HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiLa morte di Fortuna ed Antonio: un inquietante legame li unisce

La morte di Fortuna ed Antonio: un inquietante legame li unisce

di

Chicca (così come la chiamano tutti) abita al sesto piano di un palazzo situato nel parco verde di Caivano, nell’hinterland di Napoli. Il 24 giugno scorso, alcune persone che abitano nei piani bassi del palazzone, percepiscono un rumore sordo ed insolito che li allarma

fortuna-loffredClaudio Luogno, quella mattina, poco prima di mezzogiorno arriva davanti all’atrio del palazzone, dove all’ottavo piano abita con la madre e la sorella. Claudio è stato il convivente di Mimma, la madre di Chicca, ed è stato lui a vedere Chicca per primo. Successivamente, ha chiamato la madre, la quale è scesa in strada ignara di tutto. Chicca, nel frattempo, era già stata portata in ospedale, anche se le sue condizioni sono subito parse davvero disperate.

Il 24 giugno ha inizio questo mistero. Un mistero fittissimo fatto di 1000 interrogativi: è stata una disgrazia? Da dove è caduta? Qualcuno l’ha scaraventata nel vuoto: ma chi? E Perchè? Interrogativi rimasti senza risposta. Alcuni giorni fa sono stati resi noti i risultati dell’autopsia effettuata sul corpo della piccola Chicca. Ebbene, è risultato in modo incontrovertibile che nei mesi precedenti la sua morte era stata ripetutamente, e brutalmente, violentata.

A seguito di questa notizia, erano giunti a valanga una serie di angosciosi interrogativi: molti, infatti,si domandano se nel palazzo si aggira un mostro, e in quale appartamento possa abitare. Il fatto è che bisogna andare più a fondo, occorre delineare meglio ruolo e personalità di tutti i protagonisti. Bisogna riconsiderare tutti i i fatti che sono successi in quel palazzo.

Ad esempio,un anno prima della morte di Chicca era morto un altro bambino di nome Antonio di 3 anni e mezzo. Il piccolo era precipitato  dalla finestra di un appartamento al settimo piano dove abitava con la mamma Marianna e la sorella Doriana. Lo stesso appartamento dove era entrata Chicca nei minuti che avevano preceduto la sua precipitazione, e la sua morte. Il piccolo Antonio si era sfracellato su un muretto, non lontano da dove era caduta anche Chicca. Nel palazzo, quindi, potrebbe aggirarsi un vero killer.Un violentatore di bambini senza volto.

Un’altra terribile coincidenza lega queste due famiglie: erano state Mimma e Chicca ad accorrere sul corpo del povero Antonio, il giorno della sua terribile morte. Questo legame si fa più netto nella storia: Mimma, la mamma di Chicca, e Marianna (la mamma di Antonio e di Doriana), avevano litigato aspramente il giorno prima della morte della piccola bambina. Quest’ultima, qualche ora prima di cadere dal balcone, pare sia andata a casa di Marianna, ma la donna avrebbe negato dicendo di non averla fatta entrare in casa sua. La sua versione, però, è stata smentita dai cuginetti di Chicca. L’unica cosa certa è che alle 11.55 Chicca è distesa ai piedi del selciato. Morta.

Al momento non si hanno ulteriori dettagli, anche se le indagini proseguono senza sosta: chi ha ucciso la povera Chicca?

(Fonte Chi l’ha visto)

Lascia un commento

Back to Top