HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsAdam Kabobo, condannato a 20 anni di carcere per aver ucciso a picconate tre passanti

Adam Kabobo, condannato a 20 anni di carcere per aver ucciso a picconate tre passanti

di

adam kaboboAdam Kabobo l’anno scorso, precisamente l’11 maggio 2013, era stato il protagonista di tre omicidi. Senza alcuna motivazione aveva ucciso a picconate dei passanti della città di Milano: il 64enne Ermanno Masini, il 21enne Daniele Carella, 21 anni, e il 40enne Alessandro Carolè

I giudici hanno riconosciuto la semi infermità mentale dell’uomo e lo hanno condannato a 20 anni di carcere. Il gup ha infatti disposto al killer sei anni da dover passare in una casa di cura dopo aver scontato la sua pena carceraria.

L’accusa ha individuato i tre moventi che avrebbero spinto Adam Kabobo a commettere tale reato: il rancore verso la società e in particolar modo per i bianchi dettato dalle voci che “sentiva”, una finalità depredatoria e l’esigenza di attirare l’attenzione su sè.

Secondo il pm Palma, la capacità di intendere e di volere di Adam Kabobo al momento dei fatti non erano totalmente assente nonostante la perizia psichiatrica aveva accertato che l’uomo soffrisse di “schizofrenia paranoide”.

Il figlio di uno delle tre vittime uccise ha dichiarato riguardo la pena emessa: “E’ quello che mi aspettavo dalla giustizia italiana, per quello che mi riguarda è una pena insufficiente e vedremo poi se sconterà davvero questi vent’anni. Uno che ha ammazzato tre persone e ha tentato di ucciderne altre tre deve finire i suoi giorni in carcere. Il vero problema è l’immigrazione, lo Stato non fa nulla e non è in grado di gestirlo.”

Il segretario della Lega Matteo Salvini ha poi commentato il fatto dicendo: “Ribadisco che Kabobo deve marcire in galera e non deve più vedere la luce del sole da uomo libero. Dovrebbe scontare la pena preferibilmente nel suo paese, così almeno non lo manteniamo”.

“Mi ha detto che si sente solo, che non capisce perché si trova da solo in cella – ha spiegato invece la interprete ghanese – ha un livello di alfabetizzazione bassissimo”.

Lascia un commento

Back to Top