HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiAgguato Musy: Furchì condannato all’ergastolo

Agguato Musy: Furchì condannato all’ergastolo

di

Si conclude con una sentenza di ergastolo per Francesco Franchì, la vicenda Musy: il consigliere comunale era stato vittima di un agguato in via Barbaroux. L’uomo è spirato dopo 19 mesi di coma. Ripercorriamo la vicenda.

furchiLa mattina del 21 marzo 2012, Alberto Musy è stato avvicinato da un uomo con un casco nero in via Barbaroux. Le telecamere di sicurezza lo inquadrano molto bene. Portava un pacco che, a suo dire, doveva essere consegnato. In realtà, aveva solo un obiettivo: uccidere Musy.

Gli agenti della squadra mobile della polizia hanno fatto un grande lavoro investigativo per cpaire chi si nascondesse dietro a quel casco nero: tutti gli elementi portavano a Francesco Furchì. L’uomo si è sempre dichiarato innocente, ma in primo grado le richieste del pm Roberto Furlan sono state accolte: Furchì è stato condannato all’ergastolo.

Durante la lettura della sentenza, l’imputato continuava a scuotere la testa e a pronunciarsi innocente. Per la Corte D’Assise, però, non ci sono dubbi: è stato Furchì a nascondersi dietro quel casco, e ad uccidere il povero Musy. Alla vedova del consigliere comunale sono stati riconosciuti 1 milioni di euro di danni, mentre alla madre di Musy, Paola Pavia, e alla sorella Antonella sono stati assegnati 100 mila euro ciascuno.

La vedova Musy ha annunciato che i soldi verranno destinati alal fondazione che porta il nome del marito e che cerca di aiutare le famiglie in difficoltà.

Lascia un commento

Back to Top