HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoAlexander Hernandez: arrestato il serial killer che in cinque giorni ha ucciso tre persone

Alexander Hernandez: arrestato il serial killer che in cinque giorni ha ucciso tre persone

di

Aveva seminato il panico a Los Angeles, sparando all’impazzata per 5 giorni e colpendo 7 persone

HernandezAlexanderFinalmente oggi, dopo numerose ricerche, il serial killer è stato arrestato. In una conferenza stampa, il vice capo della polizia di Los Angeles Kirk Albanese ha dichiarato, durante la conferenza stampa, che l’uomo che aveva terrorizzato la città si trova finalmente in stato di fermo.

Si tratterebbe di Alexander Hernandez, di 34 anni, sul quale pendono le accuse di omicidio aggravato, tentato omicidio e atti di crudeltà verso animali. Il bollettino della sua follia omicida è di tre morti, quattro feriti gravi e due cani uccisi e mercoledì sarà chiamato a giudizio per rispondere di tutti questi capi d’accusa.
La polizia ha stabilito una timeline cronologica delle sparatorie imputabili ad Hernandez, il cui unico legame è l’assenza di collegamenti tra le vittime e i moventi.

La cronologia degli eventi

– 20 agosto, 6 del mattino. Una donna viene ferita, all’uscita dell’autostrada a nord est di Los Angeles, da un proiettile. A far fuoco è un uomo sconosciuto a bordo di un SUV.
– 21 agosto, 5 del mattino. Gildardo Morales, 48 anni, muore a causa di un colpo di pistola sparato da un uomo che si aggirava nell’area di Pacoima col suo SUV. E’ l’unica morte per cui, al momento, Hernandez è indagato.
-22 agosto, 11 di sera, West Hollywood, un uomo fa fuoco contro una coppia a bordo di un pick up. I due, per fortuna,non riportano ferite e  riescono a scappare.
– 23 agosto 11.30 del mattino. Un uomo spara contro tre cani, ferendone mortalmente due.
– 24 agosto, 5.50 del mattino. Un uomo a bordo del suo SUV spara ad una famiglia di 5 persone, uccidendo una ragazza ventitreenne. Successivamente, uccide un ragazzo di 29 anni e una donna di 59. Di lì a poco, Hernandez verrà catturato dagli agenti del SWAT.

Secondo le ricostruzioni della polizia Hernandez ha usato il suo fucile da caccia per tutte le sparatorie, dettaglio che ha aiutato le forze dell’ordine ad attribuire al sospettato tutte le sparatorie a prima vista inspiegabili.
Hernandez, che non sta collaborando con gli agenti, ha già precedenti penali per vari reati tra cui possesso di armi e spaccio di metanfetamine.
Per Alexander Hernandez, il pubblico ministero chiederà la pena capitale senza cauzione.

Lascia un commento

Back to Top