HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Pillole NereAmmazzate tre suore italiane in Africa. E’ ora caccia al killer
burundi

Ammazzate tre suore italiane in Africa. E’ ora caccia al killer

di

burundiSi ripete la triste storia dove al centro della tragedia c’è la morte di religiosi che profondono il bene e l’aiuto per il prossimo. Le vittime questa volta sono tre missionarie di Maria Saveriane. Le prime due ad essere assassinate sono state Suor Lucia Pulici e Suor Olga Raschietti della diocesi di Parma.

Entrambe sono state aggredite e freddate nel loro convento di Kamenge, nel Burundi con un arma da taglio, mentre una di loro è stata colpita anche con una pietra. Il convento di Kamenge dove esercitavano il loro volontariato le povere suore promuovendo la convivenza di etnie diverse.

Un dolore che ha colpito l’intero Stato italiano, il ministro degli Esteri Federica Mogherini, ha rivolto il suo cordoglio a tutte le famiglie delle vittime e all’ordine delle Missionarie di Maria Saveriane. Un sacrificio di vita questo, da parte di chi ha dato la propria vita per alleviare le sofferenze di tutta la popolazione africana.

Lo Stato, nella persona del ministro degli Esteri, ha confermato che provvederà quanto prima a rimpatriare le salme. Intanto è caccia al killer. Alcune persone avrebbero visto un giovane con il coltello in mano lasciare la scena del delitto. Ipotesi questa confermata anche da uno dei funzionari del distretto di Kamenge.

Queste aberrazioni rimangono comunque un mistero dato che si è appurato che non ci sia stata alcuna rapina, motivazione che ha fatto pensare ad un omicidio premeditato o comunque non un delitto accaduto improvvisamente.

Lascia un commento

Back to Top