HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsAndrea Pizzocolo condannato all’ergastolo per l’omicidio di Lavinia Simona

Andrea Pizzocolo condannato all’ergastolo per l’omicidio di Lavinia Simona

di

Andrea PizzocoloAndrea Pizzocolo ha ucciso nel settembre del 2013 la giovane escort Lavinia Simona Aiolaiei immortalando in un filmato tutta la sua violenza. L’uomo è stato condannato all’ergastolo

Non ci sono dubbi: e’ stato Andrea Pizzocolo ad uccidere Lavinia Simona Aiolaiei strangolandola in un hotel a Olgiate Olona. E’ proprio per questo che l’uomo è stato condannato all’ergastolo con un anno di isolamento diurno e l’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

La famiglia della vittima ha avuto finalmente giustizia e sarà risarcita di oltre 235 mila euro: “Questa sentenza non restituirà ai familiari la vita di Lavinia ma almeno farà sì che Pizzocolo non possa più fare del male”.

Lavinia Simona venne strangolata con delle fascette da elettricista e una volta deceduta Pizzocolo abusò ripetutamente del suo cadavere. Scene strazianti e brutali che furono riprese dall’uomo con una telecamera installata nella stanza. Dopo aver finito di violentare quel corpo senza vita, il mostro abbandonò la giovane in un campo a San Martino in Strada.

Andrea Pizzocolo venne arrestato poche ore dopo il delitto e venne accusato di omicidio volontario, aggravato dalla premeditazione e dalla crudeltà, di vilipendio di cadavere e anche di sequestro di persona e di lesioni ai danni di un’altra donna, che a differenza di Lavinia Simona riuscì a salvarsi.

Secondo il legale dell’uomo la giovane escort morì in seguito ad un gioco erotico finito male a causa dell’estremismo di Pizzocolo che quella maledetta serata era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, ma a nulla sono servite le sue difese.

Prima della condanna all’ergastolo Pizzocolo ha chiesto perdono a tutti, in particolar modo alla famiglia di Lavinia: “Dal giorno del mio arresto continuo a pensare a questa cosa di giorno e di notte. Durante questo processo mi hanno descritto in mille modi, ma nella mia vita non sono mai stato violento. Dopo il mio arresto mi è venuta la nausea per il sesso e per le droghe”.

Lascia un commento

Back to Top