HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsAngela Wrightson: torturata e uccisa, al via il processo

Angela Wrightson: torturata e uccisa, al via il processo

di

Una storia agghiacciante che trova il suo epilogo in questi giorni con l’avvio del procedimento penale nei confronti di due ragazzine; stiamo parlando di una storia dell’orrore accaduta ad Hartlepool, nel Regno Unito, dove viveva Angela Wrightson di 39 anni; la donna è stata massacrata lentamente e senza pietà nella sua casa, torturata per ore fino a essere uccisa, con una varietà di oggetti incredibile usati in modo disumano.

delitti.net (2)Le due giovani accusate dell’omicidio hanno solo 13 e 14 anni; il fatto risale al mese di dicembre, ma il processo è stato avviato solo pochi giorni fa; la Wrightson era una donna alcolizzata che viveva sola,  abitualmente comperava sigarette e alcolici ad alcune minorenni, poi pare ci sia stata una lite, la donna avrebbe minacciato le ragazzine con un coltello; da qui l’idea delle due minorenni  di vendicarsi.

Scatta cosi il piano criminale delle adolescenti, che si sono dichiarate innocenti e estranee ai fatti, ma alcuni selfie fatti sul luogo del delitto e varie conversazioni in chat smentiscono la loro versione. Angela Wrightson è stata ritrovata dal padrone di casa che era andato a cercarla non vedendola da alcuni giorni; la donna era nuda dalla vita in giù, riversa su una poltrona e con più di cento ferite su tutto il corpo, il volto irriconoscibile e gli arredi dell’abitazione semidistrutti.

Dai primi dettagli emersi dagli interrogatori pare che la donna chiedesse pietà, ma dai rilievi risulta che è stata massacrata e torturata nella stessa stanza in ben dodici posizioni differenti, le due assassine poi si sono vantate e hanno espresso frasi di scherno verso la donna in chat con un amico.

La poveretta era stata torturata per ore, colpita e ferita con vari oggetti, tra cui un televisore, una stampante e un bollitore, un bastone di legno su cui vi erano delle viti sporgenti, e una pala; le ferite e i lividi ricoprivano il 70% del corpo, sono inoltre stati ritrovati anche cocci di vetro nelle parti intime del cadavere e cenere nelle orecchie; la donna deve aver subito un’aggressione ferocissima e sevizie di ogni genere prima di morire. Ora il procedimento dovrà stabilire la colpevolezza delle due adolescenti e fare giustizia.

 

Lascia un commento

Back to Top