HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsAngelo Mazza, trovato senza vita nelle acque di Mergellina

Angelo Mazza, trovato senza vita nelle acque di Mergellina

di

angelo mazzaIl cadavere di Angelo Mazza, 26 anni e originario di Grumo Nevano, è stato recuperato a Largo Sermoneta – Mergellina. Per gli investigatori si tratterebbe di un tragico incidente

Non sono ancora chiare le cause che hanno provocato la morte di Angelo Mazza, forse a travolgerlo e a gettarlo tra le acque del mare mentre si trovava sugli scogli per ammirare il paesaggio in tempesta è stata solo una forte onda. Probabilmente il 26enne incuriosito avrebbe scavalcato il muretto che divide gli scogli dalla banchina e potrebbe essere scivolato in mare, ma nessuna altra ipotesi viene al momento esclusa dagli inquirenti che stanno seguendo il caso. Nessuno infatti, sembra essersi accorto del presunto incidente o della salma del giovane nonostante il luogo è spesso frequentato da numerosi giovani.

L’allarme dell’avvistamento del cadavere di Angelo Mazza che galleggiava nelle acque è stata data tramite una telefonata al numero blu 1530 della centrale operativa della Guarda Costiera ed è stata effettuata da alcuni pescatori che si trovavano proprio in quel punto. Sul posto, precisamente sulla scogliera del porto di Mergellina, sono immediatamente intervenuti una pattuglia giunta via terra, seguiti da una seconda pattuglia arrivata via mare che ha recuperato il corpo di Angelo Mazza, da un’ambulanza e da un furgone della Capitaneria di porto. Il corpo senza vita della vittima è stato trasportato dalle correnti marine sul luogo del ritrovamento dopo circa 300 metri.

Ad un primo esame medico – legale sul cadavere di Angelo non sono stati trovati segni di violenza o contusioni quindi pare che non sia stato spinto in mare a seguito di una lite, ma a chiarire le cause del decesso e togliere ogni dubbio sarà l’autopsia.

Per questo caso è stata aperta un’inchiesta per capire le cause dell’annegamento e le modalità dell’accaduto.

Angelo Mazza, secondo alcune fonti, era già conosciuto dalle forze dell’ordine.

Lascia un commento

Back to Top