HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsAngelo Zanella si è tolto la vita perchè denunciato per furto

Angelo Zanella si è tolto la vita perchè denunciato per furto

di

Angelo ZanellaAngelo Zanella, insegnante 62enne alla scuola media di San Pietro di Cadore, era stato denunciato di furto pochi giorni fa. Lo sconforto per la denuncia lo ha portato a togliersi la vita

Angelo Zanella era stato sorpreso da un carabiniere sotto copertura mentre rubava nella borsa di una collaboratrice scolastica, pochi giorni dopo la denuncia i vicini di casa lo hanno trovato senza vita. L’uomo, una volta tornato da scuola, si è impiccato nello spazio in comune tra la sua abitazione e quella dei vicini. Sul luogo del suicidio sono giunti i carabinieri e i soccorsi, il medico legale però non ha potuto far altro che constatare il decesso.

Angelo Zanella, era da soli due anni un insegnante di ruolo nell’istituto comprensivo di Santo Stefano, San Pietro e Sappada, gli restava solo un altro anno di servizio per poter andare in pensione.

La sua denuncia per furto aggravato accompagnata da un procedimento disciplinare da parte dell’ufficio scolastico provinciale avevano fatto in poco tempo il giro del paese e l’uomo, descritto da tutti come una persona estremamente riservata, non è riuscito a sopportare tutto questo scegliendo di compiere il gesto estremo: quei 35 euro che aveva rubato alla collega gli sono infatti costati la vita.

La storia dei furti in realtà era iniziata alla fine di ottobre, quando la stessa collaboratrice scolastica aveva denunciato una serie di furti di denaro subiti mentre era intenta a svolgere le proprie mansioni. Ogni giorno la collega di Angelo Zannella, ritrovava nel suo borsello sempre meno denaro, tanto che aveva addirittura iniziato a pensare a delle semplici distrazioni.

E’ per questo motivi che i carabinieri hanno controllato la situazione sotto copertura fino a quando Angelo Zannella non è stato colto in flagrante, è stato da quel momento che l’insegnante ha vissuto ogni giorno della sua vita tra lo sconforto e il dolore.

Lascia un commento

Back to Top