HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsAnna Maria Cenciarini è stata uccisa? Il figlio indagato per omicidio

Anna Maria Cenciarini è stata uccisa? Il figlio indagato per omicidio

di

Anna Maria Cenciarini

Anna Maria Cenciarini è stata trovata senza vita nella sua abitazione. Il figlio, Federico Bigotti, ha dichiarato di aver visto la donna colpirsi da sola con un coltello

Gli investigatori non sono ancora certi di quanto accaduto ad Anna Maria Cenciarini, ma la dichiarazione del 21enne non è servita per allontanare da lui i sospetti. Il giovane è stato infatti indagato nelle ultime ore per omicidio aggravato.

Mentre gli inquirenti cercano di ricostruire quel maledetto giorno in cui Anna Maria Cenciarini ha perso la vita, spuntano particolari su Federico Bigotti. Quest’ultimo era disoccupato e da tempo dedicava tutto se stesso al calcio e alla moda. Voleva diventare un attore, un modello, eppure la strada che lo avrebbe portato a condurre una vita dignitosa era ancora lontana. Anna Maria Cenciarini era preoccupata per questo figlio che in un attimo, forse, si è trasformato in un assassino.

La donna, secondo quanto pubblicato da Umbria24.it, aveva confidato a qualcuno di non comprendere i suoi errori: “Dove ho sbagliato per avere due figli tanto diversi? In cosa ho sbagliato?Gli voglio bene ma non riesco a salvarlo”. Ad ucciderla potrebbe essere stato proprio quel figlio, tempo fa arrestato per qualche dose di hashish, che ha sollevato numerose polemiche anche per quell’autoscatto pubblicato su Instagram accompagnato dall’hashtag #riposainpacemamma.

Federico per molti avrebbe cacciato fuori tutta la sua rabbia prendendosela con la mamma, che aveva diversi problemi fisici: “Proprio chi lo conosceva dovrebbe capire come è successo… se l’è presa con l’unica che non poteva difendersi proprio per problemi fisici. L’errore più grande che hanno fatto è stato difenderlo sempre, anche quando non dovevano”.

In rete c’è chi accusa il 21enne, chi invece prende le sue difese: “Lo so che è un fatto grave. Ma avrà i suoi motivi, se l’avrà fatto veramente. Non penso che gli salta in mente una cosa così. Guarda che i genitori non sono poi così tanto speciali. E io ne ho le prove. Se l’ho fatto un giorno se ne pentirà”.

Al momento l’indagato si è avvalso della facoltà di non rispondere, ma gli esiti dell’autopsia sembrerebbero non lasciare dubbi: la donna è stata attaccata alle spalle, cosa che escluderebbe l’ipotesi dei suicidio.

Lascia un commento

Back to Top