HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiSette anni dopo Chiara Poggi è sempre viva

Sette anni dopo Chiara Poggi è sempre viva

di

La madre Rita, intervistata dal ‘Corriere della Sera’, racconta come il ricordo della figlia assassinata a Garlasco nel 2007 sia sempre presente

chiara poggiSono passati sette anni eppure il ricordo è vivissimo. Perché il 13 agosto 2007 nella sua villetta di Garlasco veniva rinvenuta cadavere la giovane Chiara Poggi, un delitto che dopo tanto tempo non ha ancora un colpevole anche se bisognerà attendere l’esito del secondo processo d’appello per Alberto Stasi, finora comunque sempre uscito assolto.

Per la famiglia di Chiara, comunque, lei non se n’è andata quel giorno ma è sempre con loro come ha raccontato la madre, Rita, intervistata dal ‘Corriere della Sera’: “Quando ci dissequestrarono la casa decidemmo di imbiancare…Abbiamo fotografato la cameretta di Chiara per poter rimettere tutto a posto esattamente dov’era”.

Ogni cosa in quella casa le ricorda la figlia, morta a soli 26 anni. A cominciare dalle immagini: “Le foto di lei che preferisco guardare sono quelle da bambina» racconta sua madre. «Quelle degli ultimi anni mi ricordano la fine… e anche quelle delle indagini: non ho mai voluto vedere gli scatti di lei sulle scale. Ho immaginato… mi basta”. Ricordi legati alla figlia ce ne sono molti: “Era un’appassionata di giornali di moda. Adorava guardare le vetrine e ricordo una bellissima giornata fra un negozio e l’altro, in Val Badia, la nostra ultima vacanza insieme”.

Lei e il marito continuano ad andare in vacanza lì, perché è un posto bellissimo e che a loro ricorderà per sempre la figlia. Così come la signora Rita si ricorda perfettamente quel giorno: “Io e un’amica passeggiavamo, mio marito faceva un giro più in quota con degli amici. Mi chiamarono i carabinieri… Arrivai a un distributore di benzina che non sapevo cosa fare. La proprietaria smise di lavorare e mi aiutò mentre il soccorso alpino cercava mio marito. Sono tornata l’anno dopo dalla signora del distributore con una foto di Chiara in regalo. È stato un momento emozionante”.

Lascia un commento

Back to Top