HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsAntonio Logli ‘bugiardo’ e ‘insensibile’: le motivazioni della condanna

Antonio Logli ‘bugiardo’ e ‘insensibile’: le motivazioni della condanna

di

Sono state rese note le motivazioni della condanna di Antonio Logli, il marito di Roberta Ragusa. L’uomo è stato descritto bugiardo e insensibile e palesa la sua indole anche nei confronti dell’amante.

«Antonio Logli è un bugiardo e ha reiteratamente e pervicacemente tentato di mistificare la realtà fornendo in più occasioni una versione degli accadimenti non corrispondente al vero e spesso smentita dagli esiti investigativi». Quello riportato da Fanpage è solo uno dei passaggi delle motivazioni che hanno spinto i giudici a condannare a venti anni di carcere l’uomo. La sentenza è stata pronunciata lo scorso dicembre al termine del processo con rito abbreviato. Roberta Ragusa è scomparsa nel buio della notte a gennaio 2012. L’unico imputato è Antonio Logli, accusato di omicidio volontario e distruzione di cadavere.

Logli viene descritto come un uomo “dall’indole menzognera” e la sua insensibilità è palesata anche nei confronti della giovane Sara Calzolaio, costretta a vivere nello status di amante perenne, nonostante si dica “innamoratissimo”. Sono tante le bugie che ha raccontato Antonio Logli. Per esempio l’uomo ha mentito sui graffi che presentava alla tempia, allo zigomo sinistro e sulla mano. Le lesioni erano compatibili con una colluttazione ma il marito di Roberta Ragusa ha sempre presentato versioni diverse, una volta ha detto di aver sbattuto contro uno spigolo, e ancora di essersi graffiato con i rami dell’albero nel suo giardino. Logli continua a sostenere che Roberta si sia allontanata da sola in un momento di scarsa lucidità, dopo una caduta dalle scale prima della scomparsa.

L’associazione Penelope ha espresso tutta la sua soddisfazione, molto forti le parole dell’avvocato Nicodemo Gentile che ha così commentato le motivazioni rese note solo oggi: «Il giudice ha ricostruito quanto da noi sostenuto circa l’indole menzognera del Logli che ha sempre negato anche quando era impossibile mentire: resta il dolore umano pensando ai figli e a Roberta che domani avrebbe compiuto 50 anni».

Lascia un commento

Back to Top