HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsAntonio Tagliata, spara ai genitori della fidanzata: “Non volevo uccidere”

Antonio Tagliata, spara ai genitori della fidanzata: “Non volevo uccidere”

di

omicidio anconaUna coppia di fidanzati ha ucciso la madre della ragazza per poi tentare di uccidere anche il padre. Tutto sarebbe scaturito perchè i genitori di lei ostacolavano da tempo la loro relazione. Dopo essere stato fermato, Antonio Tagliata, il giovane che ha aperto il fuoco, ha confessato che la sua intenzione era soltanto quella di avere un chiarimento con i genitori della fidanzatina

Avrebbe esploso almeno otto colpi di una calibro 9 contro i genitori della sua ragazza. La madre di lei è morta all’istante, mentre il padre rimane ancora in gravi condizioni.

Secondo quanto spiegato all’Adnkronos dall’avvocato di Antonio Tagliata, quest’ultimo avrebbe confessato di aver premuto il grilletto e di averlo fatto in un momento di panico: “Ha confessato, ha detto di aver sparato, ma ha raccontato che non intendeva uccidere, che era andato lì per chiarire con i genitori della ragazza, che ultimamente ostacolavano la loro relazione. Il padre lo avrebbe accusato verbalmente e quando l’uomo si è mosso verso di lui, il ragazzo è entrato nel panico e ha estratto la pistola. [..]Era convinto che il padre della sua fidanzata fosse pericoloso, si sentiva minacciato e si era procurato una pistola. Si era messo in testa che correva pericolo lui e anche la sua famiglia”.

Come si legge sul Corriere.it, poco dopo il fermo per omicidio, tentato omicidio e porto d’armi abusivo, a raccontare il tutto sarebbe stato lo stesso Tagliata: Non volevo uccidere, volevo solo un chiarimento con i genitori della mia ragazza: ma il padre ha avuto un atteggiamento aggressivo, mi è venuto addosso, e io ho sparato. Non ricordo nient’altro. Ha attaccato me e la mia famiglia mi ha detto vi mando in galera. Non ho capito più niente e ho fatto fuoco. Tenevano segregata in casa la mia fidanzata io ero andato lì solo per parlare, per chiarire le cose. Non volevo sparare”.

Un gesto estremo che, per il padre del giovane, è scaturito anche a causa della fidanzatina del figlio la quale lo avrebbe plagiato: “Mio figlio non è un mostro come avete scritto sui giornali è un bravo ragazzo, il ‘gigante buono’ lo chiamano, che se la sposava pure la fidanzata. Lei lo ha plagiato. La porta di casa dei genitori l’ha aperta lei. C’è stata una colluttazione, e lei ha detto sparagli!”.

Lascia un commento

Back to Top