HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsArafat è stato ucciso, la Palestina vuole vederci chiaro

Arafat è stato ucciso, la Palestina vuole vederci chiaro

di

Wassel Abu Yussef, dirigente dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina, chiede alla commissione internazione di indagare sulla morte di Arafat

Dopo la pubblicazione del rapporto secondo cui l’ex leader della Palestina Yasser Arafat fu avvelenato con il polonio 210, l’organizzazione per la liberazione della Palestina, chiede ora alla commissione d’inchiesta internazionale dell’ONU di indagare sulla vicenda.

Secondo il dirigente dell’organizzazione Wassel Abu Yussef come in passato è stata aperta un inchiesta per indagare sulla morte dell’ex premier della Libia, così alla luce del rapporto stipulato dagli esperti dell’università svizzera di Losanna, anche sulla morte di Arafat ci si deve indagare a fondo.

Infatti tale rapporto riferisce come nel corpo di Arafat , il cui cadavere era stato riesumato il 27 novembre 2012 da un mausoleo a Ramallah, sia stato rinvenuto un innaturale alto livello di polonio radioattivo nelle costole e nel bacino e che quindi c’è “un 83% di probabilità che sia stato avvelenato e i risultati supportano moderatamente la tesi che il polonio abbia provocato la sua morte.

arafatGli esperti svizzeri sono arrivati a questa conclusione anche ripercorrendo le ultime fasi della malattia di Arafat. Nell’ottobre 2004 nonostante sia anziano e fragile, i rapporti medici dimostrano che “era in buona salute e non in presenza di fattori di rischio particolari”.

Ma il 12 ottobre dello stesso anno Arafat improvvisamente si ammala dopo un pasto. Rapidamente le sue condizioni peggiorano, entra in coma e l’11 novembre muore all’età di 75 anni.

Intanto lo stato d’Israele, nemico numero 1 di Arafat smentisce che ad avvelenarlo siano stati loro così come riferisce il ministro dell’energia Silvan Shalom: “Non abbiamo mai preso la decisione di fargli del male fisicamente”- ha detto.

“Secondo me è una tempesta in un bicchiere d’acqua. Ma anche se fosse stato avvelenato, certamente non è stato Israele.” – ha concluso smentendo ogni tesi di complotto per la morte del leader palestinese.

 

 

Lascia un commento

Back to Top