HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsUltimissimeAshley Olsen, nella notte la svolta: arrestato Cheik Diaw, uno spacciatore straniero di 25 anni

Ashley Olsen, nella notte la svolta: arrestato Cheik Diaw, uno spacciatore straniero di 25 anni

di

C’è un fermo per l’omicidio di Ashley Olsen, l’americana trovata morta a Firenze. La svolta è arrivata nella notte quando sono scattate le manette ai polsi di un senegalese di 25 anni, Cheik Diaw. Il ragazzo è stato interrogato a lungo ammettendo le sue responsabilità e negando di aver strangolato la donna.

olsen delitti.net (4)Cheik Diaw è accusato di aver ucciso Ashley Olsen. Il senegalese di 25 anni è un piccolo spacciatore della zona. È stato interrogato per tutta la notte e dalle prime indiscrezioni rese note agli organi di stampa pare che abbia ammesso le sue responsabilità. Cheik ha raccontato di aver avuto un rapporto consenziente con Ashely Olsen aggiungendo che non aveva intenzione di ucciderla, la morte è la conseguenza di una lite perché lei voleva cacciarlo via. Svelato il mistero di una frattura alla testa di Ashely Olsen di cui nessuno aveva ancora parlato che sarebbe stata causata proprio dal ragazzo che l’ha spinta, i segni sul collo che fanno pensare ad uno strangolamento invece sono un tentativo maldestro di rialzarla.

Il senegalese è stato incastrato dai filmati delle telecamere e dalle testimonianze raccolte in questi giorni dagli agenti della mobile. Le analisi del DNA delle tracce biologiche trovate nel monolocale e sul corpo della vittima hanno reso ancora più veloce la ricerca di prove definitive per accertare un coinvolgimento dello spacciatore nella morte di Ashley Olsen. Secondo la polizia Ashely e il suo assassino non si incontravano per la prima volta, Cheik è considerato un volto noto in quel dell’Oltrarno.

Cheik Diaw è accusato di omicidio aggravato e il quadro appare sempre più completo. Risolto anche il mistero di una sedia di legno rotta ritrovata al centro del monolocale che sarebbe stata scaraventata da Federico Fiorentini in uno scatto d’ira, quando ha capito che per la sua amata fidanzata non c’era più niente da fare.

Fonte: Repubblica Firenze

Lascia un commento

Back to Top