HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsAthena Skeeter uccide Cardell Williamson bambino di 20 mesi giocando a wrestling

Athena Skeeter uccide Cardell Williamson bambino di 20 mesi giocando a wrestling

di

Quella che doveva essere una normale serata trascorsa con la babysitter, si è rivelata fatale per Cardell Williamson, di soli 20 mesi

Cardell williamsonAd ucciderlo è stata la donna che lo stava curando, Athena Skeeter, di 40 anni e con un diploma per l’educazione dei bambini. Stando alla testimonianza dell’assassina e alle prime ricostruzioni dei medici e della polizia, tutto sarebbe iniziato con un gioco pericoloso: la simulazione di un combattimento wrestling.

Tutto sarebbe iniziato con Athena Skeeter che avrebbe gettato il piccolo Cardell violentemente sul letto per poi gettarlo, con altrettanta forza, sul pavimento. Dopodiché, la babysitter avrebbe messo un piede sullo stomaco della vittima, causandogli il soffocamento. In quel momento, il bambino ha iniziato a vomitare, senza riuscire a reggersi in piedi né a tenere la testa alzata.

Presa dal panico, la donna avrebbe quindi gettato dell’acqua gelida sul corpicino del piccolo, che però non reagiva agli stimoli esterni. Con la situazione che le stava scappando di mano, Athena Skeeter avrebbe tentato il tutto per tutto immergendo Cardell Williamson all’interno di una vasca d’acqua bollente, senza ottenere nulla se non ustioni sul corpo della vittima.

Infine, stremata, avrebbe finalmente deciso di chiamare i soccorsi i quali, purtroppo, al loro arrivo hanno solamente potuto decretare l’ora del decesso del piccolo, non essendoci più alcun tipo di rimedio per salvargli la vita.
La Skeeter, che dovrà rispondere dell’accusa di omicidio colposo in tribunale, si difende “Non capisco, non ci ho messo tutta la mia forza”.

Resta da capire, tuttavia, cosa abbia spinto la donna, che era professionalmente preparata, a ingaggiare un gioco così pericoloso e, soprattutto, il motivo per cui non abbia immediatamente chiamato i soccorsi.

Lascia un commento

Back to Top