HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsScomparsiScomparsiBarcellona: scomparso il liceale Andrea Freccero

Barcellona: scomparso il liceale Andrea Freccero

di

Mistero a Barcellona: ore di apprensione per la  scomparsa il 30 dicembre di un giovane italiano tra le vie del porto.  Si teme un incidente.

Ore di paura per la scomparsa di Andrea Freccero, giovane liceale di Albisola Superiore, in provincia di Savona. Sono ormai tre giorni che di lui non si hanno più notizie, da quando si è allontanato dall’ingresso della discoteca “CatWalk” della città catalana la notte del 30 dicembre. Gli addetti ai controlli all’ingresso non lo hanno fatto entrare, rispedendolo fuori e di fatto separandolo dal gruppo di amici con cui si era recato per danzare, cacciato forse a causa del suo abbigliamento ma anche, si dice, per il suo evidente stato di alterazione.

Non aveva cellulare con se, era lì con un gruppo di suoi coetanei da tutt’Italia nell’ambito del “progetto ScuolaZoo,” un’associazione studentesca non legata al Ministero, che si scambia in rete informazioni e aiuto ma non solo, organizzando anche per viaggi come questo nella “Costa Brava” dove Andrea era con 300 ragazzi.

A quanto pare Andrea si è allontanato stizzito dopo la “cacciata” dei buttafuori del CatWalk, locale “trendy” che ostenta nel sito web  e sulla facciata l’eloquente scritta “for many but not for everyone”. Ha quindi attraversato la Carrer del Litoral per procedere verso il porto Olimpico che dista poche decine di metri, e dove è stato inghiottito sparendo nel nulla.
I familiari hanno lanciato un appello su Facebook e sono partiti immediatamente per la Spagna per seguire le ricerche, allertati subito dagli amici del ragazzo che al rientro in hotel non lo hanno ritrovato.

Una segnalazione ritenuta attendibile è stata effettuata da un ragazzo italiano che qualche ora dopo dice di averlo visto nella zona del Casinò, sempre nei paraggi della discoteca e del porto, anche se appare improbabile che il ragazzo sia davvero andato, visto che non aveva neanche il portafoglio con se, che credeva di aver perso ma che invece era custodito in hotel. Un caos queste ultime ore di Andrea, tra dimenticanze e verosimili eccessi che aumentano l’ansia e la preoccupazione di chi lo sta cercando senza sosta. Il Consolato italiano sta collaborando attivamente e nelle ultime ore si stanno scandagliando le acque del porto per verificare e scongiurare un eventuale caduta accidentale nelle buie acque di quella fredda sera del 30.

Lascia un commento

Back to Top