HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsBari, uccide il nuovo compagno della ex moglie: il cadavere trovato in un pozzo

Bari, uccide il nuovo compagno della ex moglie: il cadavere trovato in un pozzo

di

omicidio_carabinieriE’ stato rinvenuto in un pozzo privo di vita. Si tratta di Stefano Melillo, 28 anni, di Toritto. Ad essere fermato per l’omicidio, che ha probabilmente un movente passionale, è stato Crescenzio Burdi, 40enne di Binetto. Ecco cosa è successo

Stefano Melillo aveva intrapreso una relazione con la ex moglie di Crescenzio Burdi, che, forse accecato dalla gelosia, ha ucciso il suo “rivale” a sassate per poi occultare il cadavere in un pozzo. Ad inchiodare Burdi sarebbe stato un testimone chiave. E’ per questo che il 40enne è al momento in stato di fermo e accusato di omicidio volontario.

Il corpo della vittima è stato trovato dai carabinieri dopo una segnalazione anonima. Secondo le prime indiscrezioni, l’assassino avrebbe prima tentato di strangolare Stefano Melillo, per poi ucciderlo con una sassata. Forse per cancellare ogni traccia del delitto, il killer avrebbe tentato invano di dare fuoco al cadavere, il quale è stato rinvenuto seminudo con alcuni resti di vestiti dati alle fiamme.

Stando alla testimonianza di chi conosceva sia Burdi che Melillo, i due si sarebbero incontrati lunedì sera per un chiarimento finito in una furiosa lite. Il presunto assassino non accettava la separazione dalla moglie, con la quale aveva avuto una bambina, e di questo non faceva altro che incolpare Melillo, nuovo compagno della 29enne. Sarebbe, secondo gli investigatori, proprio questa la causa dell’omicidio, ma per ora il 40enne avrebbe respinto ogni accusa.

Gli esperti sono ancora al lavoro per far luce sul delitto e per verificare la presenza di eventuali complici.

Fonte: Tgcom24

Lascia un commento

Back to Top