HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsBimbo morto a due anni: Indagata la madre

Bimbo morto a due anni: Indagata la madre

di

bimboIl piccolo Mirò di soli due anni era morto tra le braccia della mamma dopo una presunta meningite. Il fatto è avvenuto nel 2013 a Bargagli ed ora è stata indagata la madre

La morte del bimbo non ha mai convinto il pubblico ministero che all’epoca dei fatti aveva disposto l’autopsia sul quel piccolo corpo forse fulminato da una violenta meningite.

Un anno dopo, ricevuti gli esami tossicologici sugli organi di Mirò, la mamma è stata indagata per omicidio colposo. Sembra infatti che il bimbo abbia assunto difenilpropilamina, ovvero una sostanza simile al metadone che ne avrebbe causato la morte.

Era il 31 ottobre 2013 quando la mamma del piccolo chiama il 118 dicendo che Mirò sta male, trema, non vuole svegliarsi e dorme già da due giorni. Passano pochi istanti, arrivano i sanitari ma per il bimbo non c’è più nulla da fare. Dall’autopsia viene escluso un possibile problema al cuore puntando i riflettori su una probabile meningite ma il tutto viene smentito dall’esame tossicologico. Negli organi del bimbo sono state trovate infatti tracce di un oppioide sintetico.

Bisogna capire se il bimbo abbia assunto il metadone per sbaglio e soprattutto chi ne faceva uso nella famiglia: “La madre del neonato, sia l’attuale compagno sono tossicodipendenti seguiti dall’asl e sotto terapia”. Il farmaco è infatti utilizzato per la disintossicazione di chi fa uso di droghe. I carabineri hanno ipotizzato che la madre abbia dato la sostanza al bimbo per tranquillizzarlo e per farlo smettere di fare i soliti capricci dei bambini.

Intanto il tribunale dei minori di Genova ha disposto l’allontanamento del figlio minore della donna perchè quest’ultima ed il suo nuovo compagno non sarebbero in grado di mantenere il piccolo che è stato dato alle cure degli assistenti sociali.

Il figlio di 8 anni è stato invece affidato al padre. Le delicate indagini sulla improvvisa morte del piccolo Mirò invece continuano.

Lascia un commento

Back to Top