HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiOmicidi in FamigliaBrescia, Anziano uccide la moglie e ferisce il nipote

Brescia, Anziano uccide la moglie e ferisce il nipote

di

Tragedia familiare avvenuta questa mattina a Calvisano, in provincia di Brescia.

Questa mattina la piccola comunità di Calvisano, un paese di 9.000 anime in provincia di Brescia si è svegliata con una tragedia immane che li ha travolti.

Un uomo di 84 anni Donato Fanelli, ha ucciso a coltellate la moglie Giuliana di 83 anni e ferito il nipote Laerte Fanelli di 25 anni accorso in difesa della nonna.

La tragedia si è consumata verso le 7.30 di stamattina in Via Lechi a Calvisano nella piccola abitazione di proprietà della coppia in provincia di Brescia.

Alla base del tremendo gesto ci sarebbe una lite degenerata per futili motivi. Il nipote sentite le urla dell’anziana donna sarebbe accorso dal piano di sotto dove la famiglia gestisce un azienda di pneumatici.

Per la donna non c’è stato nulla da fare, i fendenti l’hanno uccisa praticamente subito, invece il giovane è stato ferito e trasportato all’ospedale. Le sue condizioni non destano preoccupazioni visto che presenta solo una coltellata al fianco e la prognosi dovrebbe essere di pochi giorni. Laerte era intervenuto a difesa della nonna e forse per questo è incappato nella furia omicida del nonno.

bresciaL’anziano assassino è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Desenzano del Garda guidati dal capitano Fabrizio Massimo e rinchiuso in cella. A fermarlo dopo il brutale omicidio è stato il padre del giovane ferito che ha allertato anche i medici del 118 che non hanno potuto far altro che constatare la morte dell’anziana donna.

Sul posto ci sono ancora gli uomini della polizia scientifica che stanno facendo gli ultimi rilievi del caso e cercando di ricostruire la dinamica dell’accaduto. E’infatti ancora un mistero il movente che ha spinto l’uomo a uccidere la moglie a coltellate a Calvisano in provincia di Brescia. Alla base di tutto dovrebbe esserci una lite degenerata in tragedia. Nel paese tutti lo hanno descritto come una persona assolutamente normale e nulla lasciava presagire una simile tragedia.

Lascia un commento

Back to Top