HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
FemminicidioNewsCarla Caiazzo, aggredita e bruciata dall’ex tornerà a casa tra due settimane

Carla Caiazzo, aggredita e bruciata dall’ex tornerà a casa tra due settimane

di

Carla Caiazzo la donna che è stata aggredita e bruciata dall’ex compagno è in procinto di tornare nella sua casa, lo ha annunciato  il Professor D’Alessio, che ha in cura Carla all’ospedale Cardarelli di Napoli; il professore ha rilasciato la dichiarazione durante la trasmissione  “Estate in Diretta”. Questo non potrà avvenire prima di una ventina di giorni, ma è un traguardo vicino.

Carla Caiazzo-delitti.net g.h.11.34 170616Carla era incinta di otto mesi quando a febbraio  il fuoco appiccato dall’ex compagno e padre della creatura che aspettava  ha devastato il suo corpo, nel suo grembo c’era una piccola vita , ma questo non ha fermato la mano assassina dell’uomo che diceva di amarla. Giulia Pia questo il nome dato alla bimba che i medici hanno salvato anticipando il parto; Carla quando arrivò in ospedale aveva il corpo coperto per il 50% da ustioni di terzo grado e ha combattuto vari giorni tra la vita e la morte, ma la sua natura forte e l’amore per la sua bambina hanno vinto.

Per Carla il calvario sarà ancora lungo, ha subito già decine di operazioni e il 10 giugno era stata dimessa, ma dopo due giorni passati nella sua casa di Pozzuoli ha dovuto tornare d’urgenza in ospedale per dei problemi sorti con le medicazioni alle ustioni. Le operazioni da affrontare sono ancora molte, per questo il suo avvocato ha avviato una sottoscrizione per chiedere donazioni che aiutino Carla a sostenere le spese mediche. Inoltre giunge notizia che  la Giunta regionale della Campania ha approvato l’apertura di un fondo per coprire le spese sanitarie e socio-sanitarie per tutte le donne vittime di violenze.

Il cammino di Carla è oltre modo ancora  tutto in salita, ma una luce fulgida di speranza e di amore si sta aprendo nella vita di questa donna forte e coraggiosa che pur nella sua disgrazia e nel suo dolore ha saputo dare conforto alla madre di Sara Di Pietrantonio la ragazza strangolata e bruciata alla Magliana a Roma, dall’ex fidanzato alla fine di maggio; nessuno meglio di Carla sa quanto faccia male “l’amore malato” di certi uomini.

 

Lascia un commento

Back to Top