HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiCaselle Torinese, triplice omicidio e nessun indagato

Caselle Torinese, triplice omicidio e nessun indagato

di

Tre anziani sono stati trovati senza vita in un appartamento di Caselle Torinese, la segnalazione è partita dal figlio di due di loro, preoccupato poichè non riusciva a contattare i genitori. Su questa vicenda, non c’è per il momento nessun indagato

Il triplice omicidio è avvenuto a Caselle Torinese, inizialmente si è pensato ad una tragedia causata da un’intossicazione da monossido di carbonio ma solo dopo l’ispezione del medico legale si è scoperto che le vittime sono state uccise a coltellate.

Emilia Dall’Orto, Mariangela Greggio e Claudio Allione hanno perso la vita in questo misterioso omicidio di Caselle Torinese ma del killer e dell’arma del delitto non esiste alcuna traccia,

Il figlio della coppia, Maurizio Allione, che ha dato l’allarme è stato interrogato per ore, ma avrebbe indicato alla polizia una buca contenente gli oggetti rubati alle anziane vittime: “Non so cosa sia successo ma non sono stato io. Venerdì ho trascorso la serata in un locale con amici, c’era anche Milena, poi siamo tornati a casa e sono rimasto sempre con lei. Mesi fa un vicino impresario aveva eseguito dei lavori in casa nostra e pretendeva più soldi del dovuto. Sono andato con mia madre da un amico architetto che le ha consigliato di non pagare l’ultima fattura e di far fare una perizia. E’ una storia di qualche mese fa.”

Mcaselle torineseaurizio poi continua: “Ce n’è uno che ha litigato con mia madre, l’ha insultata. Lei lo ha portato in tribunale, ma lui ha pagato 200 euro e le ha chiesto scusa scrivendo una lettera. Mia madre sospettava anche che lui avesse tentato di bruciare una serra del giardino e ne avesse distrutta un’altra. Non mi risulta che i miei genitori avessero dei nemici o persone intenzionate a far loro del male, né mi avevano mai detto di avere paura o di aver subito recentemente minacce da qualcuno. Sapevo che nella zona erano avvenuti molti furti, ma la casa era protetta dai cani e dalle misure che avevano adottato i miei genitori”.

Milena la fidanzata ha raccontato agli inquirenti: “Ieri sono andato in montagna con Milena da amici e pensavo di tornare domenica. Sapevo che mio padre non stava bene e allora l’ho cercato al telefono..”

Gli elementi da chiarire ne sono ancora molti, le indagini e gli interrogatori proseguono senza sosta, in attesa di una svolta.

Lascia un commento

Back to Top