HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsCaso Stefano Cucchi, inziato il processo d’appello

Caso Stefano Cucchi, inziato il processo d’appello

di

In primo grado sei condanne per omicidio colposo ma anche sei assoluzioni. La sorella dell’uomo chiede giustizia e che venga finalmente accertata tutta la verità

caso cucchiSi è aperta questa mattina in Corte d’Assise la prima udienza dell’appello dedicata al processo per la morte di Stefano Cucchi, il geometra romano 31enne che nel 2009 morì all‘Ospedale Pertini di Roma una settimana dopo l’arresto per droga.

In primo grado sono state comminate sei condanne per omicidio colposo ai medici dell’ospedale romano ma anche assoluzioni ‘per non aver commesso il fatto’ per i tre infermieri dell’ospedale oltre che i tre agenti di polizia penitenziaria che avevano avuto in affidamento Cucchi la mattina del 16 ottobre.

Subito prima dell’udienza è stata revocata la costituzione di parte civile da parte di tutti i familiari di Cucchi nei confronti dei medici e degli infermieri dell’ospedale Pertini. Invece è rimasta nei confronti dei tre agenti della polizia penitenziaria assolti in primo grado. E in aula sono presenti i familiari di Stefano, a cominciare dalla sorella Ilaria che ha detto chiaramente quali sono le attese. “Ci aspettiamo che venga riconosciuta e accertata tutta la verità a 360 gradi. C’è una concreta volontà di dare risposte a quanto successo a mio fratello. In primo grado per me non è stata una sconfitta, perché è stato detto che Stefano ha subito un pestaggio e che la verità è un’altra. E’ stato picchiato da qualcun altro ma non sono stati trasmessi gli atti per fare ulteriori indagini. E allora chi può dare risposte?”.

Le vogliono, i familiari di Cucchi, anche per tenere vivo il suo ricordo e avere piena giustizia: “Amavo mio fratello ed è per questo che andrò avanti fino alla fine, almeno sino a quando i responsabili non pagheranno

Lascia un commento

Back to Top