HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsCaso David Rossi: per la moglie l’uomo non si è suicidato

Caso David Rossi: per la moglie l’uomo non si è suicidato

di

david-rossiNell’ultima puntata di Quarto Grado si è parlato anche del caso di David Rossi, il manager del Montepaschi di Siena morto il 6 marzo 2013 in circostanze misteriose. L’ipotesi seguita dagli esperti è quella del suicidio, cosa a cui non crede la moglie della vittima, Antonella Tognazzi

David Rossi sarebbe morto dopo essere caduto dalla finestra del suo ufficio, facendo un volo di diversi metri. Secondo gli esperti si tratterebbe di suicidio: “Mostrandomi una mail, mi fu detto che David erano già due giorni che stava pensando di suicidarsi -ha dichiarato Antonella Tognazzi – Io rimasi obiettivamente sbalordita, perchè David non era la persona che poteva fare una cosa del genere. Questa mail è stata scritta il 4, la tragedia è successa il 6, e nessuno si è preoccupato di chiamare la famiglia o di allertare le forze dell’ordine; cioè, nessuno ha fatto niente in due giorni”.

La moglie di David Rossi non crede che il marito abbia avuto il coraggio e un valido motivo per arrivare ad una “soluzione” così estrema. L’ultima volta che lo ha sentito è stato proprio il giorno della tragedia: “Io ero malata a casa e lo chiamai nel pomeriggio, anzi, la sera alle 19:00, domandandogli quando sarebbe tornato, in quanto doveva farmi un’iniezione. Lui mi rispose che sarebbe tornato a casa tra una mezz’oretta”.

Dopo 45 minuti da quella chiamata, David Rossi è stato trovato schiantato al suolo. Dopo circa un’ora vennero chiamai i soccorsi da Bernardo Mingrone, capo area alle finanze, e Giancarlo Filippone, amico di David. Sono proprio queste le persone sulle quali dubita la donna dopo aver visto un video, in cui si vede Filippone avvicinarsi all’uomo ormai agonizzante per poi andarsene come se niente fosse: “Ho visto parte di questo filmato, perchè mia figlia me lo ha fatto vedere, ed ho visto un atteggiamento che sinceramente non riesco a darmi una spiegazione”.

A parlare con Antenna Radio Esse del caso è stato anche Pierangelo Maurizio: “Non abbiamo convinzioni precostituite, ma vogliamo che sia fatta chiarezza sulla morte di quest’uomo archiviata come suicidio e ora nuovamente argomento di indagine per la riapertura del caso. Il problema è che si indaga a distanza di 3 anni e ormai per certi aspetti è tardi. Come per esempio l’acquisizione dei tabulati delle persone che collaboravano con Rossi che non sono più disponibili o l’identificazione delle persone che erano all’interno della banca la sera della tragedia. Poi a me rimane un altro dubbio: come è possibile che il corpo di David Rossi agonizzante nel vicolo di San Pio non sia stato visto da nessuno? Possibile che di tutti i passanti di via De’ Rossi nessuno si sia accorto di niente?”.

Quel che è certo è che la morte di David Rossi è ancora piena di punti oscuri che vanno assolutamente chiariti.

Da: Blastingnews.it e Antennaradioesse.it

Lascia un commento

Back to Top