HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsCaso Domenico Maurantonio: sotto le unghie c’è il Dna dell’assassino?

Caso Domenico Maurantonio: sotto le unghie c’è il Dna dell’assassino?

di

Domenico Maurantonio è stato ucciso dai compagni? L’avvocato della famiglia intervistato da Giallo ha detto che non è stato un incidente perché sotto le sue unghie è stato isolato un profilo genetico.

Sotto le unghie della mano destra di Domenico Maurantonio è stata isolata una traccia di Dna, ma non è l’unica novità riportata da Giallo. Dall’analisi del davanzale della finestra è emersa un’impronta digitale della vittima nella parte inferiore. Questi due elementi non convincono Eraldo Stefani, l’avvocato della famiglia Maurantonio. La richiesta avanzata dal legale è quella di comparare il Dna con quello dei sei compagni di scuola che erano con Domenico il 10 maggio 2015. Il giovane studente è morto precipitando da una finestra del quinto piano dell’hotel dove alloggiava mentre era in gita scolastica.

La morte di Domenico Maurantonio da due anni è avvolta nel mistero, tante le ipotesi come quella dell’incidente in seguito all’assunzione di alcol e droga che hanno causato lo stordimento del giovane. I genitori però non credono alla morte accidentale ed è stata aperta un’inchiesta per omicidio colposo a carico di ignoti. Il giudice adesso è chiamato a decidere sull’archiviazione così come richiesto dalla procura oppure se proseguire con nuove indagini. I magistrati insistono per la chiusura, perché Domenico potrebbe aver avuto un capogiro che gli è stato fatale. La richiesta dell’avvocato è l’ultima carta giocata dalla famiglia per scoprire la verità. La madre di Domenico Maurantonio ripete sempre che “Qualcuno sa cosa è accaduto quella notte, ma non vuol parlare”.

Il settimanale Giallo non svela le identità dei sei ragazzi che potrebbero essere coinvolti e per cui è stato chiesto un approfondimento ma potrebbero essere i compagni di stanza perché secondo la loro ricostruzione quella notte Domenico è rimasto in camera sino a quando ha avuto un malessere intestinale e avrebbe scambiato la finestra per la porta del bagno. I consulenti della famiglia hanno aggiunto che il giovane potrebbe essere stato tenuto per le gambe e lasciato cadere nel vuoto per un gioco tra ragazzi. Lo dimostrano le ferite riportate in seguito alla caduta. Inoltre sul braccio sono presenti dei lividi. Il corpo potrebbe essere stati spostato dopo la caduta, la posizione è parallela al muro vicino agli slip e ai pantaloni, che erano stati piegati. Da chi? Molti altri dettagli non convincono come l’orario della morte, per i medici è compresa tra le tre e le quattro del mattino, ma i compagni hanno sempre detto che Domenico Maurantonio è rimasto con loro in camera sino alle 5.

Lascia un commento

Back to Top