HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsCaso Elena Ceste: chiesta l’assoluzione per Michele Buoninconti
elena ceste-michele buoninconti

Caso Elena Ceste: chiesta l’assoluzione per Michele Buoninconti

di

Michele Buoninconti è stato condannato a 30 anni per l’omicidio della moglie Elena Ceste. La difesa ha cercato di convincere la corte d’Assise della sua innocenza.

elena ceste-michele buonincontiGiornata cruciale per gli avvocati di Michele Buoninconti che ieri mattina si sono presentati alla corte d’Assise di Torino per la nuova udienza. La difesa del marito di Elena Ceste vuole smontare la tesi dell’accusa che ha confermato la condanna a 30 anni di carcere in primo grado per l’ex Vigile del Fuoco. Elena Ceste è scomparsa da casa la mattina del 24 gennaio 2014 ed è stata trovata ad ottobre dello stesso anno sulle rive del Rio Mersa. Per la difesa si trattava dell’ultimo appello e hanno chiesto l’assoluzione per Michele Buoninconti.

Come riporta Fanpage l’avvocato Marazzita ha detto in aula: «Qui non c’è nessun omicidio da punire. Ma se si parte da premesse errate si arriva inevitabilmente a conclusioni assurde». La difesa ha proseguito così la sua arringa: «Le analisi del terriccio e il corpo senza segni di violenza sono solo alcuni degli elementi che dimostrano che Elena Ceste non è stata uccisa. Così come la frattura del coccige riscontrata sul cadavere, che sembra essere conseguenza di una caduta avvenuta quando la donna era ancora in vita. Se poi ci si sofferma sulle celle telefoniche, si nota come Buoninconti non avrebbe avuto il tempo, quella mattina, di uccidere la donna e occultare il cadavere».

Michele Buoninconti è fiducioso e ha seguito con attenzione il processo, oltre all’assoluzione è stata richiesta anche l’esclusione dell’aggravante della premeditazione. L’accusa ha escluso la morte accidentale che secondo i legali è possibile per diversi motivi, tra cui appunto le condizioni del corpo di Elena Ceste al momento del ritrovamento. Il prossimo appuntamento in aula è il 15 febbraio 2017, per quella data è attesa anche la sentenza.

Lascia un commento

Back to Top