HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Misteri ItalianiCaso Fortuna Loffredo arrivano i Ris

Caso Fortuna Loffredo arrivano i Ris

di

Ulteriori accertamenti per scoprire anche il punto da cui potrebbe essere caduta la piccola Fortuna Loffredo. Ma troppi particolari non quadrano

Fortuna LoffredoL’inchiesta sulla morte di Fortuna Loffredo, la bimba di sei anni caduta in maniera tragica da un palazzo di Caivano e per la quale si sospetta un omicidio, potrebbe subire un’accelerata già nei prossimi giorni perché i Ris stanno esaminando nei minimi particolari su ordine della Procura di Napoli il palazzo del Parco Verde nel quale è successa la tragedia.

Uno dei particolari più inquietanti, segnalato sin dall’inizio, è che alla bimba mancasse la scarpina desta esattamente come era successo poco più di un anno fa nello stesso palazzo ad Antonio Giglio, altro piccolo precipitato nel vuoto poco più di un anno fa. Ad oggi ci sono già state quattro ispezioni dei due pm incaricati, Federico Bisceglia e Claudia Maone, nel palazzo e ora c’è questo ulteriore supplemento affidato ai Ris.

Perché come spiegano gli avvocati della famiglia di Fortuna, Angelo e Sergio Pisani, “anche quella che sembrava una caduta accidentale allora potrebbe assumere risvolti inquietanti. I davanzali dell’edificio sono alti 1 metro e 50, è praticamente impossibile per una bimba di 6 anni sporgersi e precipitare”. Inoltre secondo i legali ci sarebbe un altro precedente legato ad un bambino precipitato dallo stesso palazzo nove anni or sono.

Ora confidano nel lavoro degli inquirenti e dei loro consulenti: “I pm stanno facendo un buon lavoro ma noi chiediamo che si utilizzino i più avanzati mezzi investigativi, dalla ricerca di impronte al Dna, come si è fatto nel caso di Yara”. C’è ad esempio da stabilire il punto esatto dal quale sarebbe caduta Fortuna, perché successivamente al tonfo, è stato spostato. Entro al massimo tre settimane dovrebbero arrivare i primi riscontri utili anche dall’autopsia, che però sembrerebbe aver evidenziato l’assenza di lesioni interne, decisamente incompatibile con quel volo terribile.

Lascia un commento

Back to Top