HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidi in FamigliaCaso Fortuna Loffredo: Marianna Fabozzi accusata dell’ omicidio del figlio Antonio Giglio

Caso Fortuna Loffredo: Marianna Fabozzi accusata dell’ omicidio del figlio Antonio Giglio

di

La Procura ha ufficialmente inserito il nominativo di Marianna Fabozzi nel registro degli indagati, la donna è la madre delle amichette di Fortuna Loffredo, che hanno accusato Raimondo Caputo dell’omicidio della piccola Fortuna, ora accusata di aver ucciso Antonio Giglio, suo figlio.

Marianna Fabozzi delitti.netNel corso delle indagini sul caso di abusi e violenze portate fino alla morte della piccola Fortuna, la Procura di Napoli Nord ha ipotizzato che la morte del figlio della Fabozzi sia omicidio volontario. Antonio Giglio potrebbe essere stato ucciso proprio dalla mamma: Marianna Fabozzi, il 27 aprile 2013; in base a una testimonianza fornita da una zia paterna, Antonio era da solo con la madre in una delle camere dell’appartamento nel palazzo degli orrori a Caivano, la Fabozzi avrebbe buttato dalla finestra il figlio di tre anni volutamente per un dissidio sull’affido del bimbo con l’ex marito; è stato anche riferito dalla testimone che la donna avrebbe pronunciato queste parole in merito al bambino: “o con me o con nessuno”.

La zia paterna è stata molto esplicita e dettagliata nel riferire i fatti: ecco la sua dichiarazione contenuta in un file audio allegato ad un video prodotto durante le indagini difensive dagli avvocati Sergio e Angelo Pisani, solo la traccia audio è stata mandata in onda da Radio 1 Rai “La tapparella era rotta, alzata a metà, lei l’ha sollevata ancora e ha buttato giù il figlio L’ex marito la ricattava, non voleva farle vedere la creatura, e allora lei ha detto o con me o con nessuno”.

Ma c’è anche una seconda verità che pare emergere dalla testimonianza della donna non si è trattato solo di un malato senso di possesso sul proprio bambino quello di Marianna Fabozzi, forse il movente è ancora più agghiacciante, si evince dal resto dalla parte finale dell’audio:  – ‘a scarpa, una sola, ‘a scarpa la tolse lei, nun saccio poi che fine ci ha fatto fare, ricattava il marito… dice che lui voleva dare i soldi solo al bambino al che lei disse: niente a me, niente a nessuno. – nel file si sente anche la voce di un’altra persona che chiede: “Madonna mia, ma perché lo ha fatto? – Risposta: Eh, quella non sta bene con la testa Io sto piena di ansia, perché so che è stata lei.”   Il video, agli atti della procura potrebbe essere la prova che la Fabozzi ha ucciso il bambino per una questione di soldi. I segreti orribili del Parco Verde continuano a lasciare tutti senza parole, quali orrori ancora gli inquirenti scopriranno?

Lascia un commento

Back to Top