HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
FemminicidioNewsCaso Irene Focardi. Arrestato il suo compagno: la picchiava e maltrattava

Caso Irene Focardi. Arrestato il suo compagno: la picchiava e maltrattava

di

Irene FocardiIrene Focardi, ex modella fiorentina, era scomparsa in circostanze misteriose dal 3 febbraio. Il suo corpo è stato trovato in un sacco nero che era stato gettato in un fosso accanto all’abitazione di Davide Di Martino, suo compagno, che è ritenuto l’autore dell’omicidio

Non ci sono dubbi, quel cadavere ritrovato accanto l’appartamento di Davide Di Martino appartiene a Irene Focardi e la conferma arriva anche dagli stessi indumenti che la donna indossava il giorno della scomparsa e che vestivano quel corpo senza vita. L’uomo, che era già ai domiciliari per una condanna di tre anni e nove mesi per maltrattamenti, è finito nel carcere di Sollicciano con l’accusa di omicidio.

Durante la perquisizione dell’abitazione del presunto assassino gli esperti hanno trovato alcuni sacchi neri simili a quello in cui è stato rinvenuto il cadavere della ex modella ed alcuni calzini simili a quel paio trovato all’interno del sacco maledetto che erano stati probabilmente dimenticati dall’uomo.

Irene Focardi era stata vista per l’ultima volta ad un funerale di un vicino ed era arrivata in chiesa forse dopo essersi incontrata con Di Martino che continua a dichiararsi innocente: “Irene mi manca, anche se mi sta dando un sacco di guai. Io sono solo uno dei suoi uomini, non abbiamo una storia vera e propria. Lei spesso si allontanava, stava via anche per due o tre settimane”.

Le violenze che Irene Focardi subiva dal suo ex convivente e la condanna di quest’ultimo non avevano distrutto il loro rapporto. I due infatti, avevano continuato a frequentarsi per portare avanti quella storia difficile nonostante gli episodi di violenza.

Un’amica ha voluto descrivere e ricordare Irene Focardi come “persona molto riservata, che preferiva rifugiarsi nel passato, ricordando quando era molto giovane e lavorava come modella. A volte scompariva anche per mesi, frequentava brutte amicizie e l’ho vista spesso bere birra con gente poco raccomandabile, persone che lei chiamava amici ma che in realtà la affossavano”.

Lascia un commento

Back to Top