HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsCaso Isabella Noventa: è il giorno della verità? Manuela Cacco pronta a collaborare
isabella noventa

Caso Isabella Noventa: è il giorno della verità? Manuela Cacco pronta a collaborare

di

Potrebbe giungere proprio oggi la svolta tanto attesa nel caso di Isabella Noventa, la segretaria di 55 anni di cui si cerca invano il corpo. Sono previsti gli interrogatori di Freddy Sorgato e delle complici, la sorella Debora e la sua amica Manuela Cacco. Proprio la donna sarebbe disposta a collaborare.

isabella noventaIl delitto di Isabella Noventa potrebbe arrivare ad un punto di svolta, Manuela Cacco infatti avrebbe deciso di parlare e raccontare la sua verità. Ricordiamo che è stata proprio la tabaccaia a fare le prime ammissioni che hanno condotto gli investigatori sulla strada della verità, raccontando la messa in scena architettata per depistare le indagini e far credere che Isabella si fosse allontanata da sola. L’anello debole del trio è sempre stata Manuela, e Freddy Sorgato, messo alle strette, ha dovuto raccontare che è stato un incidente e che Isabella Noventa è stata uccisa durante un gioco erotico. Dopo aver indicato il luogo dove ha abbandonato il corpo della povera donna, si è chiuso nuovamente nel silenzio. Le indagini però non si sono fermate, anzi e hanno seguito strade ben diverse. Da accertare anche la responsabilità della sorella Debora Sorgato, sospettata di aver partecipato al delitto, che ha ceduto all’evidenza dei fatti, le telecamere hanno ripreso la sua auto nei pressi della villa di Freddy.

Mentre i fratelli Sorgato continuano nel loro silenzio complice, Manuela Cacco, quella donna sfrontata che ha persino fatto un gestaccio alle telecamere, è pervasa dai sensi di colpa e soffre di attacchi di panico. Il legale che la assiste, sulle voci persistenti di una sua collaborazione, ha dichiarato: «La signora ha sempre parlato con gli inquirenti, non ha mai taciuto niente. È provata, sotto choc, piange sempre e pensa ai nipotini che stanno per nascere e che non potrà vedere».

Manuela, la tabaccaia innamorata di Freddy, ha scritto una lettera all’ex marito, un uomo il cui passato è legato alle vicende della mala del Brenta. Lo ha ringraziato per il conforto che offre ai figli. L’interrogatorio è previsto per le 14 nel carcere di Verona, dove è attualmente detenuta. Intanto pare che i legali non abbiano intenzione di chiedere la scarcerazione degli assistiti, in questo momento infatti i giudici negherebbero qualsiasi richiesta.

Fonte: Il Tempo

Lascia un commento

Back to Top