HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsCaso Isabella Noventa: la rivelazione del compagno di cella di Freddy Sorgato
Isabella Noventa

Caso Isabella Noventa: la rivelazione del compagno di cella di Freddy Sorgato

di

Il corpo di Isabella Noventa è stato nascosto in un cassonetto dei rifiuti? Freddy Sorgato avrebbe confessato al suo compagno di cella cosa è successo quella notte. Sequestrate anche le lettere che si sono scambiati i fratelli Sorgato.

Isabella NoventaFreddy Sorgato ha detto al suo compagno di cella di aver gettato il corpo di Isabella Noventa in un cassonetto. A riportare questa indiscrezione clamorosa è il settimanale Giallo. Ricostruiamo insieme il caso dell’omicidio della segretaria di 55 anni per capire se quanto detto da Sorgato corrisponde alla verità. La sera del 15 gennaio 2016 Freddy e Isabella sono andati a mangiare una pizza insieme, poi si sono perse le tracce della donna. Sorgato è accusato dell’omicidio della Noventa ma non ha agito da solo. È da verificare il ruolo che hanno avuto nell’omicidio la sorella Debora e dell’amante Manuela Cacco, considerata l’anello debole del trio diabolico.

Il settimanale Giallo aveva parlato in passato della possibilità che il cadavere di Isabella Noventa fosse stato abbandonato in un cassonetto della zona industriale di Padova e il racconto del compagno di cella di Freddy Sorgato conferma i terribili sospetti. Ai giudici il ballerino, dopo il suo arresto, aveva detto: «Sì, sono stato io ad ammazzare Isabella, ma si è trattato di un tragico incidente. È morta durante un gioco erotico estremo. Il corpo l’ho gettato nel fiume Brenta». Purtroppo questa bugia è costata cara ad un poliziotto sommozzatore che ha scandagliato i fondali, ma il suo sacrificio non è servito a nulla perché Isabella Noventa non si trova lì. Ma non finisce qui, quando Freddy Sorgato ha saputo quello che era successo, al compagno di cella ha detto: «Be’, se quel sommozzatore avesse mangiato un po’ meno, non sarebbe rimasto incastrato nella chiusa». Davvero agghiaccianti queste parole.

Se non si troverà il corpo di Isabella Noventa sarà impossibile risalire alle cause della sua morte, ecco perché Freddy continua a fornire versioni che depistano gli inquirenti. Eppure il piano del trio diabolico di far fuori la 55enne non è così perfetto e studiato a tavolino, la Cacco, l’anello debole, ha svelato parte di quello che è successo nella notte tra il 15 e 16 gennaio 2016 precisando che non ha assistito al delitto e che ha incontrato Freddy e Debora solo dopo che si erano disfatti del cadavere di Isabella. Le indagini proseguono senza sosta da mesi e sono state acquisite agli atti anche le lettere che i fratelli Sorgato si sono scambiati in quanto vi sono alcuni passaggi chiave che fanno pensare che i due si siano messi d’accordo e li “ricordano” proprio per non contraddirsi davanti ai giudici. In questo Giallo i colpi di scena sono destinati a non finire mai.

Lascia un commento

Back to Top