HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsCaso Loris Stival: il padre Davide è rimasto senza lavoro, il suo appello

Caso Loris Stival: il padre Davide è rimasto senza lavoro, il suo appello

di

Davide Stival, il padre del piccolo Loris, è rimasto senza lavoro. Il contratto di autista con il comune è terminato a giugno e non gli è più stato rinnovato. Il suo appello su Giallo n.38 in edicola questa settimana.

Davide Stival

Davide Stival

Davide Stival ha perso il lavoro. Per il 30enne si tratta dell’ennesimo duro colpo dopo la morte del piccolo Loris e l’arresto di sua moglie Veronica Panarello accusata del delitto. La coppia ha un altro figlio, di 4 anni, e Davide non sa più come fare per provvedere al suo mantenimento. A giugno infatti si è interrotto il rapporto di lavoro che aveva con il comune. Faceva l’autista ma il contratto non è stato rinnovato. Il suo appello è stato accolto dal settimanale Giallo a cui ha detto: «Farò qualunque cosa, ma devo restare vicino casa». Ogni sera Davide Stival deve tornare da Diego. Prima dell’omicidio di Loris faceva il camionista ed era costretto a stare lontano da casa per molti giorni.

Davide Stival per un anno è stato l’autista del sindaco di Vittoria, in provincia di Ragusa. La vicenda del padre di Loris è diventato un caso politico. Il nuovo sindaco che si è insediato dopo le elezioni in passato aveva contestato questa assunzione definendola “mediatica”, il mancato rinnovo è una questione di rispetto verso tanti padri di famiglia di Vittoria che sono senza lavoro. Davide sa benissimo che questo è un momento difficile ma non si arrende. Riesce ad affrontare a testa alta anche le critiche rivolte da Veronica che in una lettera ha scritto che non si prende cura della tomba dove riposa Loris.

Intanto come riporta il settimanale Giallo, il prossimo appuntamento in aula è fissato per lunedì 26 settembre 2016. Nella nuova udienza Veronica Panarello renderà delle dichiarazioni spontanee. La madre del piccolo Loris potrebbe tornare ad accusare il suocero Andrea Stival ma l’uomo ha un alibi di ferro.

Lascia un commento

Back to Top