HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiCaso Loris Stival: tutte le bugie di Veronica Panarello

Caso Loris Stival: tutte le bugie di Veronica Panarello

di

Veronica Panarello è stata condannata a 30 anni di carcere. Le motivazioni arriveranno tra qualche settimana. La ricostruzione della vicenda con le bugie della mamma del piccolo Loris Stival.

veronica-panarello_delitto-loris-stivalVeronica Panarello è stata condannata a 30 anni di carcere per l’omicidio del figlio Loris Stival. La madre di Santa Croce Camerina è stata giudicata con rito abbreviato e i giudici le hanno inflitto il massimo della pena. Veronica ha pianto durante la lettura della sentenza, arrivata dopo molte ore in camera di consiglio. Il settimanale Giallo di questa settimana ha ricostruito la vicenda, riportando alcune delle parole del giudice: «È stata lei a uccidere la sua creatura innocente». Il 29 novembre del 2014, Veronica Panarello ha ucciso Loris Stival, poi ha occultato il cadavere nelle campagne del paese in cui ha vissuto sino al momento dell’arresto.

Questa vicenda ha sconvolto un’intera famiglia, sono molti gli intrighi che si nascondono dietro il caso di cronaca. Ma con la condanna di Veronica Panarello i rapporti tra Davide e Andrea Stival sono più distesi. Padre e figlio sono tornati a parlare. Per le motivazioni della sentenza ci sarà da attendere qualche mese ancora ma per il settimanale Giallo è plausibile che siano state accolte le tesi dell’accusa sulla premeditazione del delitto. Veronica aveva studiato tutto nei minimi dettagli. Le perizie dell’accusa sono attendibili, a differenza di quelle della difesa. Questo è solo il primo grado di giudizio, seguirà il ricorso in appello e in cassazione. Veronica Panarello inoltre è stata condannata a risarcire il marito, il suocero e il figlio minore.

Ed ora ecco tutte le bugie che ha raccontato Veronica Panarello in questi due anni. La prima è che l’aveva portato a scuola e poi è andata ad un corso di cucina ma le telecamere hanno sempre smentito la sua versione; dopo dieci mesi ha iniziato ad avere dei dubbi e ne ha parlato con il marito durante un colloquio in carcere; in seguito alle prime ammissioni Veronica ha detto ai giudici che non aveva accompagno Loris a scuola, dopo aver lasciato il più piccolo al nido, è tornata a casa e stava giocando con le fascette, ne ha stretta una intorno al collo ed è morto soffocato; l’ultima bugia è l’accusa rivolta al suocero Andrea Stival che ha strangolato il nipotino perché aveva scoperto la loro relazione e voleva raccontare tutto al papà.

Lascia un commento

Back to Top