HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsCaso Loris, Veronica Panarello: “Loris ucciso con un cavetto usb”
veronica panarello

Caso Loris, Veronica Panarello: “Loris ucciso con un cavetto usb”

di

Veronica PanarelloNelle scorse ore Veronica Panarello, accusata di aver ucciso il figlio Loris a Santa Croce Camerina, ha nuovamente ribadito la sua versione dei fatti, accusando ancora una volta il suocero Andrea Stival. Ecco cosa ha detto

Veronica Panarello non cambia versione dei fatti e ripete ancora una volta che ad uccidere il figlio Loris fu il suocero perchè il bimbo “aveva visto qualcosa che non doveva vedere”.

Il racconto di Veronica resta lo stesso dei mesi scorsi: “Andrea mi ha ordinato di legare i polsi di Loris, io sono andata a prendere una fascetta elettrica e l’ho fatto. Poi ho ricevuto la telefonata di mio marito e sono andata di là. Quando sono tornata Andrea gli aveva già stretto un cavo Usb al collo e Loris era paonazzo e non respirava più. E io l’ho solo aiutato a portarlo via“.

Panarello è disposta a pagare per le sue colpe, ma allo stesso modo vorrebbe che anche il suocero pagasse per aver ucciso il figlio: “Non voglio esimermi dalle mie responsabilità e voglio essere punita, ma voglio essere punita per quello che ho commesso e non per quello che non ho fatto. Non posso dire assolutamente, neanche sotto costrizione, di essere stata io a uccidere mio figlio. Se ci sono responsabilità mie pagherò, ma con me deve pagare anche l’esecutore materiale del delitto che è mio suocero”.

Il suocero di Veronica, dal suo canto respinge ogni accusa: “Non mi importa di ciò che ha detto Veronica, mi importa solo del bambino e di una famiglia che deve ritrovare dignità e pace di fronte a questo terribile lutto. Voglio giustizia per mio nipote”.

A parlare è stato anche il legale della famiglia Stival: “Abbiamo riascoltato le stesse cose che aveva detto al Pubblico ministero. Non ha aggiunto nessun tipo di particolare rispetto a quello che aveva già dichiarato. La mia sensazione è che continuiamo a essere sbalorditi. Siamo addolorati; queste dichiarazioni non rendono giustizia a questa creatura. Credo sia l’ennesimo tentativo di difendersi ma dalle indagini e dagli elementi probatori la posizione è indifendibile”.

Lascia un commento

Back to Top