HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsCaso Lucia Annibali, Varani si rivolge agli uomini violenti: “Non fate come me”

Caso Lucia Annibali, Varani si rivolge agli uomini violenti: “Non fate come me”

di

Luca Varani, l’uomo accusato di essere il mandante dell’aggressione con l’acido nei confronti di Lucia Annibali, ha scritto una lettera indirizzata a Bruno Vespa. Parte della missiva è stata letta durante la diretta di “Porta a Porta”

Lo scorso maggio è stato condannato a 20 anni di carcere: da mesi Luca Varani non fa altro che scrivere lettere di scuse e di pentimento.

E’ stato proprio lui a cambiare per sempre la vita di Lucia Annibali, aggredita con dell’acido che l’ha letteralmente trasformata.

Luca Varani questa volta ha voluto rivolgersi a tutti quegli uomini come lui, che hanno rovinato e distrutto la vita a molte donne o che avrebbero intenzione di vendicarsi con violenza.

“In questi quattro anni, nella durezza della vita in carcere ho capito la gravità dei miei errori e non c’è giorno che non pensi a quanto dolore ho provocato a Lucia, alla sua famiglia, ed anche alla mia”.

Vivo macerato dal pentimento e dalla vergogna e la mia sola speranza è che abbia misericordia riuscendo a perdonare. [..] Non fate come me non seguite la strada che ho percorso, non fate ricorso alla violenza“.

La lettera ha suscitato varie reazioni. A commentare la lettera è stato l’avvocato della famiglia Annibali, Francesco Coli, secondo il quale è inutile far leggere una lettera di pentimento in tv, poichè il vero pentimento è tutt’altro.

A parlare è stata anche la criminologa Bruzzone: “Sarebbe il caso che Varani raccontasse fino in fondo quello che ha fatto. Se si vogliono fare gli appelli, prima va fatta una piena presa di coscienza e responsabilità“.

Fonte: Corriereadriatico.it

Lascia un commento

Back to Top