HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiCaso Milena Negri: l’assassino della donna liberato grazie all’indulto

Caso Milena Negri: l’assassino della donna liberato grazie all’indulto

di

Milena Negri è stata uccisa nel 1994 da un uomo disperato, Liborio Cammarata. Dopo la condanna l’assassino è finito in carcere ma nel 2012 è stato liberato grazie all’indulto.

Milena Negri aveva 23 anni, lavorava per una ditta di leasing ed era molto felice perché stava per sporsarsi. Il 16 novembre 1994 i suoi sogni vengono distrutti da un uomo che l’ha uccisa. Il caso di Milena Negri è stato raccontato da Edorardo Montolli per GQ Italia. Il giorno dell’omicidio Milena Negri era da sola in ufficio, il suo capo faceva la pausa pranzo e al rientro ha visto la ragazza a terra. Partono le indagini e gli investigatori notano delle somiglianze con il delitto di Via Poma avvenuto il 7 agosto 1990, anche Simonetta Cesaroni era da sola quel giorno ed era stata uccisa con un’arma da taglio. L’omicidio di Milena Negri finisce su tutti i giornali. Vennero interrogati amici e parenti, un’inchiesta tradizionale, come quelle dell’epoca, visto che i mezzi a disposizione erano insufficienti, inoltre non si trovava l’arma del delitto.

Milena Negri era una ragazza con una vita semplice, fatta di lavoro e famiglia. Nessuno capiva perché il killer si era accanito con violenza sul suo corpo. Poggio Rusco, dove è avvenuto l’omicidio, era un paese tranquillo. Un innamorato respinto? Un cliente che aveva fatto delle avances a cui Milena si era opposta? Tante le domande, le prime risposte arrivarono 3 giorni dopo il delitto quando venne fermato un ex collega della Negri, Liborio Cammarata. L’uomo, disoccupato, si era rifugiato in un casolare abbandonato, crolla subito e arriva la confessione. Dopo le ammissioni i militarii si occuparono dei riscontri. Liborio non aveva trovato il titolare della ditta che e aveva sfogato rabbia e frustrazione su Milena. Non era stato riassunto ed era infuriato! Il 36enne padre di tre figli e con una moglie invalida non aveva più soldi.

L’assassino di Milena Negri venne scoperto solo perché confessò di aver ucciso una ragazza innocente causando una tragedia immane non solo per i Negri ma anche per la sua famiglia. Il lavoro di indagini, per via della pressione mediatica, rischiò di essere compromesso ma Liborio finì dietro le sbarre. Condannato a 23 anni Liborio è un uomo libero dal 2012 grazie all’indulto e alla sua buona condotta.

Lascia un commento

Back to Top