HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidi in FamigliaCaso Riccardo Rossi. Arrestata la moglie: è stata lei ad ucciderlo

Caso Riccardo Rossi. Arrestata la moglie: è stata lei ad ucciderlo

di

Riccardo RossiRiccardo Rossi, ex tassista di 50 anni, è stato prima sedato poi ucciso dalla moglie, la 53enne Lucia Fiore, che nelle ultime ore è stata arrestata e rinchiusa nel carcere di San Vittore

Il corpo senza vita di Riccardo Rossi venne trovato in un borsone abbandonato a Trezzano. Dal primo momento i sospetti caddero sulla moglie che si recò addirittura dai carabinieri a denunciare la scomparsa dell’uomo.

Dopo 7 mesi dal ritrovamento del cadavere è stato scoperto che l’autrice dell’omicidio fu proprio la donna. Quest’ultima soffocò il 50enne fino ad ucciderlo per poi infilarlo ormai morto in quel maledetto borsone. Perchè Lucia ha ucciso il marito? Gli inquirenti spiegano che “lui era malato e lei non voleva più occuparsene.” La 53enne era “eterminata a uccidere solo perché non sopportava più la situazione familiare, ormai deteriorata, e non tollerava di continuare a vivere con un uomo affetto da gravi disturbi della personalità e dal carattere problematico”.

Secondo quanto riportato da Il blitz quotidiano, il gip ha ricostruito le parti salienti del delitto di Riccardo Rossi: “L’ha narcotizzato. Poi lo ha soffocato, fino ad ucciderlo. Lo ha vestito con una tuta da jogging e lo ha messo in un borsone con la cerniera, di quelli utilizzati dai campeggiatori per trasportare picchetti. Ha caricato il corpo nel bagagliaio dell’auto prima di abbandonarlo accanto a una pista ciclabile, ad Abbiategrasso. Dopo, come se niente fosse accaduto, si è recata dai carabinieri a sporgere denuncia di scomparsa”.

La donna nonostante tutto continua a difendersi con una versione dei fatti che ancora una volta non convince gli esperti: “Mio marito è morto in casa e l’ho portato fuori perché sono stata presa dal panico. Ho temuto di essere rimproverata perché dopo tre ore non avevo chiamato i soccorsi”.

Una morte naturale che è stata smentita dai risultati degli esami tossicologici che hanno rivelato che Riccardo Rossi il giorno del decesso aveva assunto una quantità insolita ed eccessiva di farmaci.

Lascia un commento

Back to Top