HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiCaso Roberta Ragusa: la testimonianza di una prostituta che è stata con Antonio Logli

Caso Roberta Ragusa: la testimonianza di una prostituta che è stata con Antonio Logli

di

Il caso di Roberta Ragusa continua ad essere caratterizzato da ombre. Sul settimanale Giallo è riportata la testimonianza di una prostituta che ha avuto tra i clienti anche Antonio Logli. La donna ha riferito ai carabinieri che l’uomo le disse di essere sposato e di avere un’amante, ma non voleva separarsi perché temeva di perdere tutto.

roberta-ragusa-maritoCinzia è una prostituta che tra giugno e settembre del 2011 viveva in un appartamento a Pisa. Una sera ha ricevuto un uomo. L’anno dopo ha raccontato ai carabinieri quello che è successo quella sera perchè, come riporta il settimanale Giallo oggi in edicola, si trattava di Antonio Logli, il marito di Roberta Ragusa. La donna è stata convocata in caserma in qualità di persona informata sui fatti il 6 luglio del 2012.

Dopo la prestazione sessuale a pagamento Logli aveva voglia di parlare e dopo essersi rivestito confidò a Cinzia che era angosciato per la sua situazione famigliare. Pur avendo una bella moglie, era innamorato di una ragazza più giovane con cui aveva una relazione segreta da molti anni. Cinzia chiese ad Antonio Logli perché non si era separato e lui rispose che “quando ci si separa ci sono poi i mantenimenti dei figli da pagare”.

Questa testimonianza sarà fondamentale nel processo che si aprirà ad ottobre perché vi sono dei riferimenti ben precisi al movente. I carabinieri sono andati a fondo in questa vicenda per capire se Cinzia diceva la verità. Come riporta il settimanale Giallo, dopo qualche mese la donna stava guardando una trasmissione dove si parlava del caso di Roberta Ragusa, sullo schermo scorrevano le sue foto e anche le immagini del marito, Antonio Logli. Quel volto non era sconosciuto e lo collegò immediatamente a quello del cliente. Per lei focalizzare i dettagli fa parte del mestiere e la fa sentire più sicura.

Lascia un commento

Back to Top