HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Cold CaseCaso Serena Mollicone, no all’archiviazione: test del dna su 2mila persone

Caso Serena Mollicone, no all’archiviazione: test del dna su 2mila persone

di

serena molliconeLa famiglia di Serena Mollicone non si arrende e vuole scoprire ogni minimo dettaglio sull’omicidio della giovane, uccisa nel 2001 e rinvenuta a giugno dello stesso anno in un bosco all’Anitrella. Ad opporsi alla presunta archiviazione del caso chiesto dalla Procura di Cassino, sono stati il padre e lo zio della vittima

Non vogliono l’archiviazione delle indagini, richiesta dalla Procura prima nei confronti degli indagati noti e poi anche per quelli ignoti. E’ per questo che il legale della famiglia Mollicone, ha chiesto al Gip di sottoporre la popolazione maschile di Arce e delle zone limitrofe ad un esame del Dna. Un modo per poter scoprire, forse, a chi appartengono quelle impronte trovate, grazie ad una consulenza tecnica, sul nastro adesivo che avvolgeva il cadavere di Serena Mollicone e quel materiale genetico maschile, che potrebbe essere comparato con altri Dna.

Secondo quanto pubblicato Affaritaliani.it, sono circa 2mila gli uomini che saranno sottoposti al test, un numero che potrebbe ancora scendere in base all’età o altre condizioni particolari. Il costo finale dell’operazione potrebbe ammontare a 100mila euro, somma che potrebbe però fare per sempre luce sul caso della 18enne.

“Ho visto nel Gip Lanna molta disponibilità ad ascoltare quanto il nostro avvocato dichiarava – ha commentato Guglielmo Mollicone, padre della giovane vittima – Mi auguro che nei prossimi giorni prenda in esame tutti gli elementi che gli sono stati esposti con tanta accuratezza e che dimostrano che vi sono ancora molti elementi da approfondire per la ricerca della verità su Serena”.

Sia importante, in un delitto così grave, non lasciare nulla di intentato affinché i colpevoli siano individuati e puniti – ha sottolineato l’avvocato De Santis – Sarebbe estremamente ingiusto e spiacevole se si negasse la possibilità delle ulteriori indagini, e, un domani, dovesse emergere che quelle indagini potevano portare alla soluzione del caso”.

Adesso non bisogna fare altro che attendere ulteriori aggiornamenti.

1 commento

  • franca:

    forse non c’è la volontà di scoprire il colpevole, ci sono molti depistaggi e la cosa più tragica che ricordo è quando il padre, durante i funerali in chiesa, è stato prelevato e portato in caserma; devono essere fatti tutti i test al di là del costo, SERENA DEVE AVERE GIUSTIZIA.

Lascia un commento

Back to Top