HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsCaso Sonia Trimboli, l’ex fidanzato confessa “ero ubriaco”

Caso Sonia Trimboli, l’ex fidanzato confessa “ero ubriaco”

di

Si aggiungono altri dettagli all’omicidio Sonia Trimboli, uccisa per strangolamento domenica da Gianluca Maggioncalda, fidanzato 42enne della vittima

sonia trimboliStamattina il Gip Donatella Banci Buonamici ha interrogato Maggioncalda, il quale ha confessato di essere stato in preda ad un raptus ee di aver ucciso la sua fidanzata, coeatanea con la quale ha avuto un rapporto da sempre burrascoso, in preda ad un raptus sotto gli effetti dell’alcol. Avrebbe infatti confessato “E’ successo qualcosa che non so spiegare, un istante di follia, io ero molto geloso e avevo bevuto tanto ed ora provo dolore perché lei non c’è più e per i suoi cari”.

Maggioncalda avrebbe anche affermato che tra i due, l’abuso di alcol e droga era una costante a tal punto che avrebbe condizionato in modo irriversibile la loro storia. Un rapporto che, citando la testimonianza di Maggioncalda si basava su  “un rapporto di conoscenza abbastanza lungo, che si era trasformato poi un rapporto sentimentale da pochi mesi”.

Il legale del colpevole, Luigi Aleramo Rossi, è stato al fianco del suo assistito per le due ore dell’interrogatorio e afferma che Gianluca Maggioncalda “sta affrontando con dignità il suo percorso di assunzione di responsabilità e oggi è stato certamente un momento non facile e toccante”. Inoltre, nonostante si sia parlato degli abusi di alcol e droga della fortissima gelosia che l’assassino aveva nei confronti di Sonia Trimboli, non è emerso il motivo scatenante. Ciò che è presumibile, però, è che il Gip potrebbe tenere conto del fatto che, già due mesi fa, Maggioncalda aveva provato ad uccidere Sonia.

Lascia un commento

Back to Top