HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsCaso Stefania Amalfi: il marito ha simulato un suicidio per soldi?

Caso Stefania Amalfi: il marito ha simulato un suicidio per soldi?

di

stefania-amalfiNei giorni scorsi si è aperto il processo a carico di Alessandro Argenziano, il 40enne accusato di aver ucciso la moglie, la 28enne Stefania Amalfi, soffocandola con un cuscino

Alessandro Argenziano da circa un anno continua a proclamarsi innocente, ma secondo l’accusa sarebbe stato proprio lui ad uccidere la moglie, Stefania Amalfi, per cercare di incassare un’assicurazione sulla vita dal valore di 30mila euro.

L’uomo avrebbe sedato la donna per poi soffocarla con un cuscino e simulare un suicidio. Il tutto sarebbe avvenuto nel loro appartamento a Varese.

“La signora Amalfi era a terra, nuda. Aveva un cuscino sotto la testa e qualcosa di scuro appallottolato vicino. Il letto era sfatto. Era morta. Argenziano potrebbe averlo spostato (il corpo ndr) per iniziare le manovre di primo soccorso su indicazione del nostro operatore contattato attraverso il 112″. A parlare è il medico che quella mattina del 27 aprile 2015 arrivò per soccorrere la donna: “Lui, Argenziano era agitato, in ansia, diceva di essersi addormentato e di aver trovato la moglie così, con una calza sulla testa”.

Secondo l’accusa invece, l’uomo avrebbe soffocato la moglie: “Amalfi era cianotica, con delle secrezioni ai lati della bocca. Quel tipo di cianosi è compatibile con una morte per asfissia”.

Secondo il medico inoltre, il 40enne avrebbe chiesto aiuto ai soccorsi dopo 30 minuti dal ritrovamento del corpo della moglie ormai morta: “Noi siamo arrivati in via Conca d’Oro tra i 5 e i 10 minuti successivi la chiamata. Argenziano prima di rivolgersi al 112 avrebbe gridato chiedendo aiuto senza però che nessuno si curasse di lui”.

Durante le indagini, gli esperti sono venuti a conoscenza di una polizza sulla vita di Stefania Amalfi: “Il beneficiario era stato da poco cambiato. Il solo beneficiario dopo il cambio è risultato essere Argenziano”. Per l’accusa potrebbe essere proprio questo il movente del delitto.

Da: Laprovinciadivarese.it

Lascia un commento

Back to Top