HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsCaso Yara Gambirasio: l’assassino è un vicino di casa?

Caso Yara Gambirasio: l’assassino è un vicino di casa?

di

La difesa di Massimo Bossetti ha ‘infangato’ un altro innocente. L’uomo è stato intervistato dal settimanale Giallo che ha scoperto la sua identità. Sia lui che il fratello sono stati indagati anni fa, poi sono stati esclusi.

Delitto Yara Gambirasio

Delitto Yara Gambirasio

Il criminologo Ezio Denti è tornato a parlare in televisione insinuando il sospetto che ci sia un terzo gemello Bossetti che ha frequentato le medie insieme a Massimo e Laura. La novità del signor G. ha suscitato molta curiosità sono stati tanti i sospetti assassini di Yara Gambirasio, tutti risultati estranei. Il primo è stato Massimo Maggioni, collega invidioso di Bossetti, poi è stata la volta della maestra di ginnastica di Yara a causa del Dna trovato sul giubbotto della ragazza, del custode della palestra e di un operaio romeno di 30 anni che secondo l’accusa aveva una relazione con l’adolescente quando non si erano mai incontrati.

Il settimanale Giallo è riuscito a risalire all’identità del Signor G., persona onesta e che non ha nulla da nascondere. L’uomo sarebbe un vicino di casa dei Gambirasio. Nel 2010 venne interrogato insieme alla famiglia, la sera della scomparsa di Yara ha lavorato sino alle 19, poi è andato a casa di un amico a Brembate per prendere la farina di riso che doveva portare ad un altro amico. Tutti hanno confermato la sua versione perché con gli amici gestisce un piccolo zoo in un terreno poco distante. Non si capisce bene quali gravi incongruenze abbia visto la difesa, tra l’altro il racconto di Denti in televisione non è corretto perché all’interno dell’auto di cui parla c’era il fratello del sospettato. L’uomo aveva perso la moglie e portava il figlio a casa degli zii.

Gli investigatori hanno chiesto di prelevare un campione di Dna ad entrambi e lo hanno confrontato con la traccia sugli slip di Yara Gambirasio. L’8 giugno 2011 la pratica è stata archiviata e dopo lunghe indagini è stata esclusa a loro responsabilità nell’omicidio. Il signor G. ha dichiarato a Giallo: «Io non voglio più saperne. Ho sempre aiutato gli inquirenti, sono andato quando mi hanno chiamato e ho fornito il Dna, ma non ho nessuna intenzione di prendere un avvocato come ha fatto il povero Massimo Maggioni, che si è rovinato la salute con questa storia. Vogliamo solo che ci lascino in pace».

8 commenti

  • F Gregg Meagher:

    La difesa sta correndo in giro in cerco di loro coda usando pezzi delle dichiarazioni forniti a loro, invece di seguire, con chi fornisce i pezzi, una intelligente, logica, valida e reale indagine. E cosi esce fuori questi teorie dei complotti invece la ‘Verità’ che è non è Massimo Bossetti il ‘Killer’ e che esiste una testimone (potenzialità altissima con identikit verificato dall’autorità) che è una vicina/o di casa dei Gambirasi. Sia la prosecuzione e difesa sia i media stanno facendo dall’inizio un grande CIRCO quando esistono i fatti indicutibili che Yara era sequestrato per motivi dell’occulto e che esiste una rete, molti individuilizzati all’inizio e dopo 26 novembre, 2010, delle persone che portano avanti una versione molto sul serio che fa quella del PM Ruggeri sembra una favole della finzione del basso grado della creatività e l’invenzione. Ma sembra molto chiaro che nessun di questi fazioni davvero vogliono sapere chi sono i veri colpevoli e cosi il CIRCO va avanti sempre di più disgustoso e ridicolo come un “Show”, ma vendono i bliglietti lo stesso al pubblico!

  • F Gregg Meagher:

    In seguito: la settimanale GIALLO non deve essere preso molto sul serio e cosi è loro, pubblicando l’informazione che in qualche modo hanno scoperto o inventato, hanno “INFANGATO” quest’uomo e vicino di casa! Chiedete dove era il Direttore del “Giallo” nei periodi iniziali dopo la scomparsa di Yara! Ti do un po’ di indizi per costruire vostre domande: Francia; pornagrafia; interruzione indagini della polizia. BASTA con il CIRCO che sta distruggendo la Gente e le Famiglie INNOCENTI e iniziarvi a usare una sistema dei indagini intlligenti, validi, logici e bassati su indizi e connessioni reali!

  • F Gregg Meagher:

    Flavia Emme:
    http://www.delitti.net/caso-yara-gambirasio-lassassino-un-vicino-casa-160317/
    Ho lasciato 2 commenti sull’articolo. Con sincerità sono stanco di vedere i veri colpevoli per il sequestro ed eventuale morte di Yara andare liberi e vedere le persone innocenti e loro famiglie distrutti. Inoltre di vedere niente altro di una grande preso in giro da parte di tutti sia la prosecuzione, la difesa e/o i media come il “Giallo”, ecc. ecc. ecc.
    All’inizio (giorni dopo il 26 novembre 2010) e per oltre 1 anno ho collaborato con il Comando della Polizia BG con loro rispetto e anche conosapevolezza che ero valido, logico, intelligente e saggio. Non ho mai smesso di seguire e/o fare le miei ricerche su Yara e ormai anche dall’arresto di Massimo in questa situazione. I miei dichiarazioni sono stati confermati come luoghi esistenti e una ricerca ha sempre fatto uscire fuori validi connessioni con gli elementi che vedo più probabili di essere coinvolto con Yara e non solo Yara. Ho anche ricevuto (da un anonomo che ho trovato valido) non solo le conferme, ma anche i nomi che con ricerca mostrato di essere molto probabile, compresa una che era vicina al Brembate di sopra dal 24 al 29 novembre, 2010 (una conferenza). Credo che esistono 2 possibilità con questo ‘vicino a casa’: 1° il Giallo era consapevole da tempo della mia dichiarazione che esisteva una testimone che era vicino/a di casa di Yara; 2° Avevo anche scritto a Avv. Salvagni queste cose! MA UNA TESTIMONE E NON UNO/A COINVOLTO CON IL SEQUESTRO DI YARA! Ho avuto un confronto con Biavardi tempo fa quando in partenza dallo RAI andando all’aeroporto in quale ho fatto lui capire bene che suo esperto degli armi aveva scritto un articiolo falso in riguardo alla arma potenziale usato per incissare i simboli sul corpo di Yara e gli altri feriti. Ho mostrato lo stesso allo RAI anche e loro interni erano 1000% in accordo con me che l’arma che ho trovato combacciato perfettamente con i feriti e i dettagli. Era un coltello accessori dei Massoni-Templari. Nota bene: la chiesa in Brambate di sopra e l’arcvescivo? Una sede Massoni-Templari. Tutto questo è occulto! E per questo Alfano fatto il Twitter > “Abbiamo nostro killer!”. Bossetti non centra nulla con Yara! Credo che ha camminato sopra i piedi di una massone in qualche maniera e qui c’è la vendetta. una prescelta per prevedere una “Killer” e fermare gli indagini privati che stanno dall’inizio mostrando che il mondo OCCULTO è responsabile per il sequestro ed eventuale morte di Yara. Fai una ricerca sul gli individuali coinvolti negli indagini, ecc.! Saluti!

  • F Gregg Meagher:

    Sembra che i commenti sono censurizatti, siccome non esistono quelli precedenti da parte mia che sono ora disponibile all’URL https://www.facebook.com/groups/Justice.and.Protection

    Se percaso ritorneranno di nuovo visibili qui negli “COMMENTO” devo pensare che esistono i problemi tecnici e mi dispiaci per questo commento aggiunto con l’obbiettivo ad espremire la mia opinione che è di fatto solicitato da parte della giornalista e questa revista.

    • Flavia Emme:

      I commenti non sono stati censurati, chi scrive l’articolo deve leggerli e approvarli perché oltre agli utenti reali come Lei ci sono gli spammer. Questa mattina non sono stata operativa. Detto questo, se lei è in possesso di importanti informazioni dovrebbe rivolgersi a chi di dovere e portare anche le prove di quello che dice. Personalmente ho ancora fiducia nella giustizia italiana e c’è stata una sentenza da parte dei giudici che non sono i giornalisti di Giallo. Ci atteniamo a quella, anche se per informare i nostri lettori riportiamo gli aggiornamenti e altre esclusive legate ai casi di cronaca. La ringrazio per aver condiviso la sua opinione. Un saluto

  • Massimino:

    A me non sembra di aver sentito cheDenti abbia mai detto una cosa del genere. Ma dopotutto Giallo per vendere qualche copietta in più deve pur scrivere cazzate. Giallo è noto a tutti gli italiani come a tutti i giornalisti per le numerose cazzate che scrive. Cosa dovevamo aspettarci? Ascoltano…copiano e modificano infangato le persone e i motivi li conosciamo tutti noi. È facile andare a braccetto con chi fornisce informazioni ma poiché Denti è incorruttibile e non si è mai prostituirsi…allora va i fumatori. Giallo…vergognati…alla faccia del giornalismo e di colui che rappresenta questa rivista fumettistica che partecipa a trasmissioni ospite da Telese con la solita frase meschina del tipo “io non giudico ma mi attengono ai fatti”. Quali “fatti”? Ma studia di più…gnurant

  • Massimino:

    Ma la rivista giallo la conosciamo tutti sappiamo chi è sono persone che scrivono inventando tutto con il solo scopo di vendere qualche copia in più. Io ho seguito la trasmissione e non ho mai sentito denti nominare o infangare il nominativo di qualcuno nei insinuare dubbi di colpevolezza su alcune persone. Come al solito questo giornale non fa altro che alimentare infangare lui stesso i nomi di persone che invece lavorano con serietà e professionalità. A Giallo ma va a studiare va

  • Massimino:

    E poi giallo sarebbe risalito l’identità di mister G ma per piacere. Finora non ha fatto nulla e ora solamente perché ha guardato una trasmissione e sono risaliti a mister G ma guarda un po’. Sagace giallo.

Lascia un commento

Back to Top