HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsCaso Yara. La moglie di Bossetti difende il marito: “Non è stato lui”

Caso Yara. La moglie di Bossetti difende il marito: “Non è stato lui”

di

bossettiMarita Comi è tornata in tv per difendere Massimo Bossetti che è accusato per l’omicidio della 13enne Yara Gambirarsio e per calunnia ai danni di un collega di lavoro. La donna è convinta che ad aver assassinato la giovane ginnasta non fu il marito

Marita Comi ha parlato ai microfoni di Matrix e durante l’intervista fatta da Luca Telese ha confermato che il giorno della scomparsa di Yara Bossetti era a casa: “Non ricordo l’orario, sono sicura che era a casa, per noi era un giorno come un altro, noi facciamo una vita molto abitudinaria”.

Poi continua: “Conoscendo il suo carattere penso che avrebbe ceduto al primo interrogatorio. E anche con me. Io ho insistito per sapere la verità e ora sono ancora più convinta che non sia stato lui. Penso che sarebbe crollato perché non si tiene le cose. Lo avrei capito guardandolo negli occhi”.

Tante però erano le bugie intercettate durante un colloquio tra Marita e Bossetti. La donna però smentisce tutto e dichiara che non avevano nulla a che vedere con il delitto di Yara: “È vero che ha detto delle bugie e anche pesanti, è vero che ha esagerato, ma col delitto queste bugie non c’entrano niente. Erano rivolte al lavoro per poter avere giornate libere e poter fare altri lavori. Il problema era il fattore economico, erano sempre in ritardo a pagarlo, sempre nello stesso cantiere”.

Marita e Bossetti sapevano di essere intercettati: “Ho letto gli atti, le chiusura delle indagini, ogni due pagine parlano di me, delle mie intercettazioni, e io sono qui per dimostrare la mia verità. Sapevamo benissimo che eravamo intercettati. Dopo aver fatto gli interrogatori mi hanno fatto vedere le foto di un furgone. Io ne ho riconosciuta una: io insisto quando non sono convinto e io sono ancora più convinta, dopo quel colloquio che non è stato lui”.

Lascia un commento

Back to Top