HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Omicidi in FamigliaCastiglione Del Lago, uccide la moglie e poi tenta il suicidio

Castiglione Del Lago, uccide la moglie e poi tenta il suicidio

di

Sono tutti increduli a Castiglione del Lago, dove la coppia di anziani ha vissuto per otto anni. Nessuno avrebbe mai immaginato che Athos avrebbe potuto uccidere la moglie Vanda per poi provare a togliersi la vita

A Castiglione del Lago i due anziani erano abbastanza conosciuti, uscivano sempre insieme e tutti confermano il bene che Athos voleva alla moglie: «Le voleva un gran bene, quasi ogni giorno la portava al bar a prendere il caffè e la aiutava con la tazzina. Non posso credere che l’abbia uccisa».

La coppia aveva preso in affitto un’abitazione in via Carducci, sempre a Castiglione Del Lago, dove vivevano insieme alla loro figlia, che si è presa cura di loro fino al giorno della tragedia, o meglio, del tentato omicidio-suicidio.

La proprietaria dell’abitazione che ha affittato la prima casa ai due coniugi, era una loro amica: «Erano una coppia gentile ed educata, mai un litigio, stavano sempre insieme. Non è possibile…Hanno abitato in questa casa quasi da quando è stata costruita erano molto uniti. Lei purtroppo ha avuto un ictus che l’ha costretta sulla sedia a rotelle. Il marito le stava sempre accanto, spesso andavano al bar a fare colazione. Trattava la moglie benissimo».

Casitglione Del LagoLa coppia era insieme da più di 60 anni, dopo il matrimonio si trasferirono a Torino, per poi trasferirsi definitivamente a Castiglione Del Lago. Avevano gestito un negozio di alimenti e un bar, ma improvvisamente giunsero i problemi di salute per Vanda: «Lei non poteva camminare. Il marito non si è mai rassegnato e la curava, anche grazie a una delle figlie che intanto era venuta a vivere con loro, erano davvero una bella famiglia».

Una sparo improvviso, in piena mattina, quando la figlia era ancora nell’abitazione. Un uomo che abita in zona ha detto: «Mi ha chiamato mia moglie impaurita, mi sono precipitato a casa e c’erano tanti carabinieri, l’ambulanza. Abbiamo visto la figlia della coppia chiedere aiuto, attendere i soccorsi nello spiazzale. E abbiamo capito subito che era successo qualcosa di grave. Ma non potevamo immaginare questo. Siamo tutti sconvolti».

Lascia un commento

Back to Top