HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsCaterina Basile, uccisa dopo una rapina. Aveva mani e piedi legati

Caterina Basile, uccisa dopo una rapina. Aveva mani e piedi legati

di

Caterina BasileCaterina Basile, 87 anni, è deceduta dopo una rapina avvenuta nella sua abitazione di Giammoro, frazione di Pace del Mela. Gli esperti sono alla ricerca dei ladri che la vittima probabilmente conosceva bene

Caterina Basile è stata sorpresa nel sonno mentre riposava ignara nel suo letto. I ladri sono entrati in casa utilizzando il retro dell’abitazione, le hanno legato mani e piedi con dei lacci per le scarpe e l’hanno imbavagliata per non farla gridare e impedirle di chiedere aiuto.

I rapinatori hanno poi messo a soqquadro la casa, hanno rovistato tra i cassetti ed una volta portato via ciò che cercavano sono scappati da una vecchia finestra sul retro lasciando Caterina Basile legata al suo letto.

La donna è stata trovata senza vita, deceduta forse per asfissia o per infarto. Sul suo corpo infatti, non ci sono segni di violenza e sul letto nessuna traccia di sangue. Per gli investigatori si tratterebbe chiaramente di omicidio a scopo di rapina ma sospettano che i rapinatori hanno scelto di non slegare la donna forse perchè li aveva riconosciuti.

A scoprire il tutto è stato un nipote della vittima che la sera della rapina ha tentato di contattare telefonicamente la zia, sorella gemella della mamma, che non ha mai risposto alle incessanti chiamate. E’ proprio per questo che il giovane si è recato presso l’abitazione di Caterina Basile ed ha bussato alla porta fino a quando non ha pensato di entrare dalla piccola finestra utilizzata dai ladri per scappare via. Una volta entrato però, ha trovato un vero e proprio inferno: la casa della donna era completamente a soqquadro e lei era senza vita.

Sul posto sono immediatamente intervenuti i militari dell’Arma della Compagnia di Milazzo e i Ris dei carabinieri che hanno effettuato i primi rilievi che saranno utili per scoprire qualche traccia che possa condurre ai ladri.

Le indagini sono coordinate dal Capitano Antonio Ruotolo e dalla Procura di Barcellona.

Lascia un commento

Back to Top