HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsPrecious Omobogbe: selfie mentre l’uomo minaccia i passati con il machete

Precious Omobogbe: selfie mentre l’uomo minaccia i passati con il machete

di

E’ andato in giro per le strade della rinomata località marchigiana, minacciando i passanti ai quali gridava “Italiani, vi ammazzo tutti!” e brandendo pericolosamente due machete

TPrecious-Omobogbeuttavia, grazie alla collaborazione tra polizia e carabinieri, è andato tutto a finire bene. Così è stato catturato Precious Omobogbe, ragazzo nigeriano di 25 anni che ha tenuto in scacco Jesi e i suoi abitanti per un paio d’ore.

Le gesta dell’uomo hanno sicuramente richiamato alla mente di ognuno la vicenda Adam Kabobo – il 31 enne ghanese che, nel maggio 2013, ha seminato il terrore per le vie del quartiere Niguarda di Milano, uccidendo a picconate tre persone – ma, fortunatamente, nessuno è rimasto ucciso.

Dopo le due ore di terrore, non sono mancati nemmeno i curiosi che avevano l’unico, incosciente, scopo di farsi una “selfie” nel luogo dove Omobogbe avrebbe potuto ammazzare una o più persone in preda al suo raptus.

A convincere il giovane uomo nigeriano a mettere giù i due machete, ognuno di essi dotato di una lama di ben 35 centimetri, ci ha pensato il capitano Mauro Epifani, comandante dell’Arma di Jesi, che si è poi gettato su Precious riportando una ferita superficiale causata da una delle due lame.

Oltre ad Epifani anche altri due agenti sono rimasti feriti durante il corpo a corpo con Omobogbe, per fortuna senza gravi conseguenze, e il nigeriano è stato colpito alla gamba con un proiettile d’avvertimento rimbalzato. Bilancio da ritenere miracoloso, considerando che il ragazzo ha urlato ad un fotografo lì presente “vieni, ti faccio vedere la sua testa”, riferendosi a Epifani.

Questo non è il primo episodio in cui il giovane immigrato ha dato segni di squilibrio: dall’inizio del 2014, infatti, è già stato arrestato ben 4 volte a Bologna, Pistoia, Fossato di Vico e a Jesi, dove aveva minacciato l’ex compagna con un coltello l’11 agosto.

Lascia un commento

Back to Top