HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsChi l’ha Visto? torna a parlare di Emanuela Orlandi, Accetti furioso chiama in studio

Chi l’ha Visto? torna a parlare di Emanuela Orlandi, Accetti furioso chiama in studio

di

Per  Chi l’ha visto? il 23 settembre resterà annoverato come il giorno di una puntata particolarmente movimentata; la trasmissione condotta da Federica Sciarelli, è tornata a parlare di Emanuela Orlandi, la ragazza quindicenne scomparsa a Roma il 22 giugno 1983.

Emanuela-OrlandiDurante la puntata è stato risollevato il caso di Emanuela Orlandi , con la messa in onda della ricostruzione di un’intercettazione telefonica tra un fotografo, tale Marco Accetti, il cui nome era più volte emerso durante le indagini e nell’ambito del caso in questi anni; ,la conversazione ricostruita faceva riferimento a una telefonata che Accetti tenne con l’ex convivente nel 1997.

In quel periodo le linee telefoniche del fotografo e della sua famiglia erano sorvegliate, per via di alcune rivelazioni fornite da una fonte segreta e qualificata della Questura di Roma, che ipotizzavano essere Marco Accetti il possibile responsabile della scomparsa di un bambino: il dodicenne nomade Bruno Romano, scomparsa risalente a due anni prima. Nella telefonata viene esplicitamente nominata una certa Emanuela Orlandi. Marco Fassoni Accetti a suo tempo sostenne e dichiarò spontaneamente davanti al magistrato di essere a quell’epoca membro di “una fazione vaticana, favorevole alla politica anticomunista di Papa Wojtyla, in lotta contro la fazione contraria a tale politica” definizione riportata e citata precisamente con le parole usate dal fotografo; e di essere lui l’autore del “finto sequestro” di Emanuela Orlandi e di Mirella Gregori, finti sequestri messi in atto in nome della sopra citata fazione.

Dalla “confessione” spontanea di Accetti venne alla luce quindi che le due ragazze, per cosi dire “rapite” erano d’accordo e stettero al gioco, cosi come erano al corrente e d’accordo i rispettivi padri, il tutto dietro compenso economico per tutti.

A quel punto della trasmissione Marco Accetti molto alterato chiama al telefono e nasce subito uno scontro acceso tra lui e Federica Sciarelli in diretta; Accetti ha discusso animatamente con la giornalista affermando: “Lei sta scoprendo ora che esistono le persone stralunate e i doppiogiochisti!” alludendo alla fonte qualificata a cui fa riferimento il fatto; quindi la Sciarelli ha ribattuto: “E’ stato lei a dichiarare in Procura che ha preso parte al rapimento di quelle due ragazze, affermando che c’era dietro un complotto!”. Poi la conduttrice è stata interrotta da Accetti che l’ha accusata di censura nei suoi confronti e di non dargli nessuna possibilità di rispondere. La Sciarelli molto risoluta allora ha chiamato Pietro Orlandi, fratello di Emanuela, e Accetti sempre più furioso ha continuato: “Le foto che avete fatto vedere non sono mie, son foto di reportage, io non faccio reportage”; la risposta era diretta alla domanda della giornalista, che aveva chiesto se le foto mandate in onda pochi minuti prima, fossero state scattate da lui. Accetti a quel punto a perso del tutto il controllo e ha urlato: “Non sono un mostro!” e ha continuato a gridare mentre la parola passava a Pietro Orlandi, il quale ha dichiarato: “Sei stato tu ad autoaccusarti del sequestro di mia sorella”; il botta e risposta è andato avanti su toni sempre più “caldi” e Accetti ha ribattuto: “Ma non mi sono mai autoaccusato di essere un assassino”. Orlandi quindi ha proseguito nella sua versione dei fatti, in studio la confusione e la tensione si tagliavano con il coltello, finchè la diretta è stata chiusa; e la giornalista è passata ad altro.

Lascia un commento

Back to Top