HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsChieti, non aveva pagato l’affitto: uccide la padrona di casa dopo una lite

Chieti, non aveva pagato l’affitto: uccide la padrona di casa dopo una lite

di

Monia Di Domenico, 45enne di Pescara, è stata trovata senza vita in un appartamento di sua proprietà a Francavilla al Mare. Ad ucciderla è stato il suo inquilino, il 48enne Giovanni Iacone

Aveva diversi affitti in arretrato e dopo l’ennesimo lamento della proprietaria, la quale si era recata presso l’abitazione per chiedere i soldi non ricevuti, l’affittuario ha deciso di proseguire per la strada più sanguinosa.

Dopo una lite, Giovanni Iacone avrebbe colpito Monia Di Domenico alla testa, per poi colpirla a morte con un’arma da taglio o con una scheggia di vetro recuperata da un tavolo andato in frantumi nella violenta colluttazione. Successivamente l’uomo avrebbe tentato di nascondere il cadavere portandolo in soffitta.

Sarebbe stato proprio a quel punto che l’uomo sarebbe stato sorpreso dai militari, allertati forse dai vicini, che hanno fatto irruzione nell’appartamento. Iacone è stato poi accompagnato in caserma e sul luogo del delitto sono intervenuti il pm e il medico legale per poter eseguire l’ispezione cadaverica.

Monia Di Domenico era una psicologa e lavorava come libera professionista. Amava viaggiare, aveva girato il mondo e giovedì, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe dovuta partire per un altro viaggio che purtroppo non potrà mai più fare. Sull’omicida invece, non si hanno al momento sufficienti informazioni.

Le indagini degli esperti per ora sono ancora in corso: bisognerà infatti confermare la dinamica dei fatti e il movente.

Lascia un commento

Back to Top