HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiCisterna di Latina: Inquilino uccide padrone di casa

Cisterna di Latina: Inquilino uccide padrone di casa

di

L’omicida 37 anni ha ammazzato Ruggero D’Amato a colpi d’accetta a Cisterna di Latina

Un uomo di 54 anni Ruggero D’Amato è stato ucciso ieri pomeriggio nel corso di una lite culminata in tragedia.

E’ accaduto nella zona di Sant’Ilario a Cisterna di Latina in un condominio di via Val Nerina e l’omicida è un 37 enne operaio inquilino dell’abitazione di proprietà di Ruggero D’Amato.

Secondo le prime indagini degli inquirenti di Latina giunti immediatamente sul posto chiamati dallo stesso omicida il delitto è avvenuto al termine di una lite furibonda tra i due. Il tutto è avvenuto verso le 8 e 30 del mattino e poco dopo il 37 enne ha chiamato i carabinieri e li ha attesi consegnandosi spontaneamente e confessando l’omicidio di Cisterna di Latina.

Il medico legale giunto sul posto dai primi rilievi sul corpo di Ruggero D’Amato ha riscontrato lesione alla testa provocate da un arma da taglio che successivamente dopo la confessione dell’uomo si è scoperti che si tratta di un accetta.

cisterna di latinaAlla base del gesto e della lite ci sarebbero questioni economiche legate all’abitazione che il 54 enne aveva affittato all’operaio 37enne.

Gli inquirenti chiamati ad indagare sul motivo di questo gesto hanno raccolto i primi elementi utili a ricostruire  la vicenda. E il tutto lascia pensare  che i due abbiamo iniziato a discutere a causa del pagamento dell’affitto che probabilmente l’operaio non pagava forse anche a causa di problemi economici che non gli permettevano di essere puntuale.

Fatto sta che in preda ad un raptus ha impugnato un accetta e nel giardino dell’abitazione di proprietà di Ruggero D’Amato lo ha colpito più volte alla testa uccidendolo praticamente subito.

Dopodichè ha atteso di farsi arrestare dai carabinieri della compagnia di Cisterna di Latina ed è stato condotto in commissariato dove ora è in stato di fermo con l’accusa di omicidio volontario.

Lascia un commento

Back to Top