HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Cold CaseDelitti ItalianiCold case Gennaro Ventura: dopo 20 anni arrestato l’assassino

Cold case Gennaro Ventura: dopo 20 anni arrestato l’assassino

di

Gennaro Ventura è stato ucciso 20 anni fa. Il giovane di appena 28 anni faceva il fotografo ma in passato aveva indossato la divida dell’Arma. Quando era in servizio aveva fatto arrestare un noto esponente del clan dei Cannizzaro e doveva pagare. Arrestato Domenico Cannizzaro.

gennaro ventura_cold caseC’è un responsabile per la morte di Gennaro Ventura, il fotografo ucciso 20 anni fa. Il giovane aveva la passione per la fotografia, proprio come il padre. Il richiamo dell’obiettivo ha prevalso su quello della divisa, Gennaro infatti era un carabiniere prima di dedicarsi agli scatti. Ventotto anni compiuti da poco, Ventura è stato vittima della furia vendicativa del clan dei Cannizzaro, nota famiglia malavitosa di Lamezia Terme.

Nel luglio del 1991 Gennaro Ventura si trovava a Tivoli, era lontano da quella terra di sangue e la famiglia credeva che fosse al sicuro, eppure per uno strano scherzo del destino, la vita del carabiniere si è intrecciata con le vicenda della Calabria. Proprio lì c’era Raffaele Rao, un compaesano che il 15 luglio dello stesso anno aveva rapinato un perito chimico del tribunale di Roma. Ventura però si scontrò con Rao e la sua testimonianza divenne fondamentale nel processo. Il clan dei Cannizzaro non perdonò mai l’affronto subito e dopo qualche anno gli fecero saldare quel conto che aveva in sospeso.

Gennaro Ventura venne attirato in una trappola, il clan infatti invitò il giovane a fare alcune foto ai terreni di famiglia per delle foto. Era il 16 dicembre del 1996, Gennaro aveva incontrato un’amica che gli aveva chiesto di bere un caffè, ma aveva troppa fretta perché era in ritardo. Zaino in spalla, cellulare e chiavi, questo è quello che è rimasto di Ventura, oltre alle sue ossa e alla macchina fotografica, una Zenza Bronica da cui non si separava mai. Purtroppo la Dda di Catanzaro non è riuscita a dare un nome all’assassino di Gennaro per 20 anni. Per anni le indagini hanno seguito diverse direzioni ma mai quella dei casi su cui aveva lavorato quando era un carabiniere, così come aveva suggerito la famiglia, poi la svolta.

Gennaro Pulice, diventato da poco collaboratore di giustizia ha detto ai magistrati che ha ucciso lui Ventura fornendo tutti i dettagli. Le sue dichiarazioni sono state considerate attendibili e il cerchio si è chiuso intorno a Domenico Cannizzaro uno dei boss più temibili.

Fonte: Repubblica

Lascia un commento

Back to Top